Sanremo 2010, la Clerici (non) si gode il successo

Sanremo 2010, la Clerici (non) si gode il successo

Nonostante gli ottimi ascolti Antonella Clerici viene sommersa di critiche per la sua conduzione, considerata troppo fiacca e senza personalità

    Nonostante gli altissimi ascolti della prima puntata, Antonella Clerici non si sta proprio godendo il successo: la gran parte dei commentatori ha giudicato la sua conduzione ‘piatta, amorfa’ da buona signora che ha svolto diligentemente le faccende di casa. Per Costanzo un pregio (“E’ andata a sottrarre, puntando all’essenziale“), ma ad attirare le critiche anche i suoi vestiti, più costumi di scena che abiti da sera. I critici musicali, però, sottolineano la spinta data al Festival dai talent show: Sanremo cerca di inseguire il modello Amici/X Factor, ma ancora tanto va fatto nella spettacolarizzazione dei pezzi, sacrificata dalla rigida messa in scena festivaliera.

    Tutti contro lo stile di conduzione e abbigliamento di Antonella Clerici: la soffice e morbida Antonellina (non solo nelle forme ma anche nell’approccio al palco dell’Ariston) si è risparmiata (al momento) il plotone d’esecuzione visti i quasi 11 milioni di telespettatori e lo share del 45,29%. Il suo aspetto rassicurante, nonostante l’andatura claudicante sul tacco (tipica anche a La Prova del Cuoco), sembra però apprezzato dal pubblico a casa, intervistato da Piepoli per Il Fatto del Giorno. Criticata anche la presenza di Cassano: se ne poteva fare a meno, non ha aggiunto e non ha tolto, nonostante i 200.000 euro spesi per averlo all’Ariston.

    Se ne riparlerà domani, visto che in genere la seconda puntata è la più ostica per l’Auditel, tanto più che i big si sono esibiti tutti e l’unica attesa per la gara è quella per i due eliminati di questa sera (a parte i 5 giovani delle Nuove Proposte).

    Sul fronte canzoni pochi i lamenti nel Question Time di oggi, ad eccezione del brano di Pupo ed Emanuele Filiberto che la stampa consiglia di non assumere mai prima dei pasti. Apprezzata soprattutto Malika Ayane, che raggiunge Marco Mengoni tra i favoriti alla vittoria per i bookmaker italiani. Risentiamo in basso il suo brano.



    Considerata innocua quella di Irene Fornaciari, mentre l’effetto Talent, come ha scritto anche la nostra Erminia, si fa sentire non solo sul palco dell’Ariston ma anche nella sala stampa. Il fatto che Sanremo venga paragonato più ai talent in onda che all’edizione precedente della kermesse è un segnale importante: dopo 9 anni di Amici e 3 di X Factor critici musicali, discografia a televisione ne hanno fatto la cartina al tornasole per valutare lo stato della musica italiana (anche in tv).

    520

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI