Sanremo 2010, ecco i tabulati del televoto

da , il

    Il podio di Sanremo 2010

    Dopo giorni di polemiche, il quotidiano Avvenire ha ‘recuperato’ in maniera assolutamente misteriosa i tabulati relativi al televoto della finalissima di Sanremo 2010, che hanno prima visto la selezione dell terzetto dei finalisti (decisa a metà dall’ancora oscuro voto degli orchestrali di Sanremo) e poi l’ordine del podio. Pochi minuti sono valsi a Valerio Scanu il primo posto al Festival, fino alle 23.12 in mano al Trio Pupo, Emanuele Filiberto, Canonici. Ma vediamo l’andamento del televoto da giovedì a sabato.

    Il podio di Sanremo 2010 assume sempre più i contorni del giallo: ci ha pensato Avvenire a svelare parte di mistero, venendo in possesso dei tabulati dei televoti (fatto di per sé straordinario), aperti da giovedì 18, con il rispescaggio degli eliminati, alla finalissima di sabato che ha decretato vincitore Valerio Scanu.

    Partiamo dai ripescaggi di giovedì: ricordiamo che con Valerio Scanu si esibì Alessandra Amoroso mentre accanto al Trio non c’era Marcello Lippi (comparso invece venerdì) ma le Diva’s; vale la pena anche ricordare il duetto di Toto Cutugno con Belen Rodriguez.

    Dai tabulati emerge che la classifica dei ripescaggi era la seguente:

    1° Valerio Scanu con 233.092 voti;

    2° Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici con 204.679 voti;

    3° Nino D’Angelo con 94.042 voti;

    4° Sonohra con 70.986 voti;

    5° Toto Cutugno con 32.566 voti.

    Venerdì è quindi stata la serata dei duetti per i 10 big finalisti: il televoto è stato aperto alle 21.22 e chiuso alle 23.21, praticamente due ore. Alla chiusura del televoto, Pupo & Co erano primi (141.384 voti), fose anche grazie alla presenza del CT della Nazionale, davanti a Scanu (110.029) e Mengoni (39.478, ben al di sotto degli altri due): in pratica il terzetto finalista era già delineato. In coda gli eliminati Enrico Ruggeri (6.391 televoti) e Fabrizio Moro (5.940),

    E arriviamo alla finalissima del sabato e a quei 53 minuti di televoto che hanno determinato la vittoria di Valerio Scanu.

    La finale è stata divisa, come ricorderete, in due parti: la prima ha visto in gara i 10 big finalisti da cui, con il voto della Sanremo Festival Orchestra (mai reso noto nel dettaglio) e del pubblico a casa, sono stati individuati i tre finalisti.

    Questa prima parte ha visto l’apertura del televoto alle 20.43 (la puntata iniziò alle 20.30) chiuso poi alle 23.12: a quel punto la classifica del televoto era la seguente:

    1° Pupo & Co (212.482 voti);

    2° Valerio Scanu (135.588);

    3° Marco Mengoni (80.287);

    4° Povia (61.125);

    5° Arisa (37.069);

    6° Irene Fornaciari e i Nomadi (36.210);

    7° Noemi (23.089);

    8° Malika Ayane (21.668);

    9° Irene Grandi (18.358);

    10° Simone Cristicchi (16.031).

    E vedere Malika Ayane, Irene Grandi e Simone Cristicchi agli ultimi posti fa un certo effetto.

    Sarebbe stata quindi netta la vittoria di Pupo e del Principe (almeno per quel che concerne il televoto), ma alla riapertura del televoto alle 23.39 (durato poi fino alle 00.32) – quando ormai tutto era in mano al pubblico, visto che il vincitore è stato decreatato solo dal televoto – i primi due posti si ribaltano, con una improvvisa mole di voti per Valerio.

    Leggiamo cosa scrive l’Avvenire: “Poco meno di 53 minuti, durante i quali ai fan del Trio patriottico – che fino a qui aveva dominato – si aggiungono soltanto 1.384 voti in più, mentre Valerio Scanu ne raccoglie ben 96.517 in aggiunta a quelli già accumulati prima. I risultati parlano chiaro: Scanu vince con 235.105 televoti, pari al 37,01% dei votanti. Dai telefoni fissi riceve 56.066 voti, dai cellulari 180.039. Pupo & company ne raccolgono 113.284 dai telefoni fissi e 100.582 dai cellulari. Per un totale di 213.866, pari al 33,53%. Marco Mengoni – classificatosi terzo – ne riceve 34.866 dai telefoni fissi e 153.047 dai cellulari. Per un totale di 187.913, pari al 29,46% dei voti“.

    Il flusso di voti da cellulari fa immediatamente pensare a un massiccio attacco dei giovanissimi, mentre gli estimatori del Principe, magari un po’ agée, non hanno resistito telefono alla mano a un’ora così tarda. Fatto sta che quei 96.517 voti di Valerio in 53 minuti hanno determinato la sua vittoria.

    Ma l’Avvenire ha pubblicato anche il dettaglio dei televoti per la Nuova Generazione: “Alla fine della serata di mercoledì (primo giorno di gara per i Giovani, n.d.r.) la classifica era la seguente: 1° Nina Zilli (4.652 voti); 2° Luca Marino (4.513 voti); 3° Broken Heart (4.012); 4° Jacopo Ratini (3.680 voti); 5° Mattia De Luca (3.517). Alla finale sono passati Nina Zilli e Luca Marino. Giovedì sera – continua l’Avvenire – si sono esibiti altri cinque Giovani. 1° Jessica Brando (6.500 voti), 2° Tony Maiello (5.824); 3° Nicolas Bonazzi (2.994 voti); 4° La fame di Camilla (2.988); 5° Romeus (1.494). Sono passati alla finale di venerdì Jessica Brando e Tony Maiello. La sera di venerdì, finale dei giovani, il televoto è stato aperto alle 23.22 e 14 secondi e chiuso alle 23.52 e 34 secondi. Questi i risultati: 1° Tony Maiello (15.623 voti), 2° Jessica Brando (11.507 voti), 3° Nina Zilli (9.904 voti), 4° Luca Marino (7.550 voti)“.

    In totale una notevole mole di voti, che si traducono anche in guadagni per la Rai e per le compagnie telefoniche: il quotidiano della Cei si è preso anche la briga di fare i conti in tasca a Sanremo. “In totale per i Giovani sono arrivati 371.944 televoti da apparecchi fissi e 822.125 da cellulari. Per i big, invece, sono arrivati 878.848 televoti da casa e 1.534.033 da cellulari. In totale sono stati espressi 3.606.950 televoti. Al costo di 0,75 euro a voto, il totale è di 2.705.212,50 euro“.

    Credete davvero che la Rai voglia rinunciarci?

    (Foto: Emmevi)