Sanremo 2010 chiude con la Cuccarini nuda e Rania di Giordania

Sanremo 2010 chiude con la Cuccarini nuda e Rania di Giordania

Si definisce il cast ospiti di Sanremo 2010: nella serata finale arrivano la regina Rania di Giordania e Lorella Cuccarini, che promette di esibirsi nuda, così come cmpare nel musical di Luca Tommassini

    Novità nel cast di Sanremo 2010: confermata la presenza della regina Rania di Giordania, che ha accolto l’invito lanciatole da Antonella Clerici durante una recente puntata di Porta a Porta. La regina sarà sul Palco dell’Ariston nella serata finale, quella di sabato 20 febbraio. E sempre nella serata finale, insieme a Maurizio Costanzo, comparirà anche una Lorella Cuccarini come non l’avete mai vista, ovvero nuda, o meglio coperta solo da una chitarra come appare nel musical di Luca Tommassini, Il Pianeta Proibito. Sul fronte gara, Povia dichiara di aver avuto da Beppino Englaro il permesso per cantare Eluana (La Verità).

    Inizia a prendere forma la scaletta degli ospiti della 60ma edizione del Festival di Sanremo.
    Sul fronte celebrities per il debutto, martedì 16 febbraio, è confermata la presenza della coppia Paolo Bonolis-Luca Laurenti, per giovedì, la serata della Leggenda, c’è Christian De Sica, mentre per la finale, sabato 20, al già annunciato Maurizio Costanzo, si aggiunge la regina Rania di Giordania e Lorella Cuccarini per presentare il musical Il Pianeta Proibito, che la vede sul palco nuda, coperta solo da una chitarra. E così pare si presneterà anche all’Ariston: una veste, senza dubbio insolita per la showgirl.

    Per quanto riguarda gli artisti internazionali sembra ufficiale la presenza di Susan Boyle martedì 16, di Robbie Williams mercoledì 17 e dei Tokio Hotel venerdì 19, mentre sabato arriveranno il coreografo e i ballerini che l’estate scorsa accompagnavano Michael Jackson nelle prove di This is it.

    Continua, invece, a far parlare di sè Povia: dopo il doppio giallo sulla sua Eluana, ora dice di aver ricevuto il placet di Beppino Englaro per la sua canzone. In realtà, come racconta il cantanta, il padre di Eluana non ha voluto ascoltare la canzone, si è limitato a dire, in un incontro a quattr’occhi,: “Io non blocco gli artisti, vai pure avanti“. E Povia ha aggiunto che di fronte a un suo stop lui si sarebbe fatto da parte.


    Esprime un secco giudizio sulla sua canzone, anche se ancora non l’ha sentita, il Monsignor Ersilio Tonini: “La canzone di Povia è una vera e propria profanazione” ha detto a Tv Sorrisi e Canzoni. “E’ un’operazione di pessimo gusto – ha detto l’alto prelato- c’è di mezzo il dramma di una giovane donna, dei suoi genitori e un Paese che su questa vicenda si è diviso duramente. E tutto questo viene usato per una canzone da portare al Festival di Sanremo? Se fossi nei parenti della ragazza di Lecco protesterei. Ho il massimo rispetto per gli artisti, la musica e la creatività ma qui si punta a fare del ‘caso Englaro’ un facile richiamo mediatico“. Noi aspettiamo la canzone, anche se non ci aspettiamo molto di buono.

    517

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI