Sanremo 2009, la Zanicchi viola la par condicio?

La partecipazione di Iva Zanicchi al 59mo Festival di Sanremo viola la par condicio? Il dubbio lo ha sollevato Pierluigi Diaco a Scalo 76: nel mirino del giornalista l'incarico di Europarlamentare della cantante che potrebbe ricandidarsi alle Europee del giugno 2009

da , il

    Iva Zanicchi

    La presenza di Iva Zanicchi al Festival di Sanremo 2009 potrebbe costituire una violazione della par condicio: lo ha sostenuto Pierluigi Diaco durante la puntata di ieri pomeriggio di Scalo 76. Si profila un nuovo caso Barbareschi?

    Potrebbe non calcare il palco dell’Ariston Iva Zanicchi, voce storica della canzone italiana pronta a partecipare al suo quattordicesimo Festival di Sanremo. Al centro della polemica sollevata da Pierluigi Diaco nella puntata di ieri di Scalo 76, l’incarico di Europarlamentare nelle fila di Forza Italia dell’Aquila di Ligonchio, ‘conquistato’ nel 2008 come sostituta di Mario Mantovani, eletto al Senato alle ultime elezioni politiche.

    La partecipazione di un ‘politico’ alla kermesse canora potrebbe costituire una violazione della ‘par condicio’: il 7 giugno 2009, infatti, si terranno le Elezioni Europee e al momento ancora non è chiaro se la Zanicchi si candiderà. Qualora lo facesse la sua partecipazione al festival potrebbe essere considerata un ‘vantaggio’ che potrebbe ledere gli altri candidati.

    Una situazione certo diversa da quella di Luca Barbareschi, deputato del PdL che ha rinunciato al proprio cachet pur di ottenere dalla rai il via libera alla realizzazione della terza serie di Nebbie e Delitti. Ma non per questo meno delicata.

    Sarebbe utile sapere se Iva Zanicchi abbia deciso di dimettersi dal parlamento europeo - ha chiesto Diaco – e se abbia intenzione di ricandidarsi“: una curiosità non proprio peregrina che ha messo una bella pulce nell’orecchio dei vertici Rai. Attendiamo la risposta di Iva Zanicchi.