Sanremo 2009, Carla Bruni sogno proibito di Bonolis

Sanremo 2009, Carla Bruni sogno proibito di Bonolis

Carla Bruni è il sogno proibito di Paolo Bonolis: il conduttore del 59mo Festival di Sanremo la vorrebbe al proprio fianco per una delle cinque serate del festival, dopo il 'quasi' no della Littizzetto e le lunghe trattative con Monica Bellucci

    Paolo Bonolis continua a sognare donne per il suo Sanremo. Dopo Monica Bellucci e Luciana Littizzetto ora si parla di Carla Bruni, Première Dame de France dal rapporto conflittuale con l’Italia. In alto le dichiarazioni rilasciate dalla Bruni in occasione della gaffe di Silvio Berlusconi sull”abbronzatura’ di Barack Obama.

    Se bisogna sognare meglio farlo in grande: e così ad uno ad uno vengono comunicati alla stampa i desideri proibiti di Paolo Bonolis, conduttore del Festival di Sanremo 2009, in programma dal 17 al 21 febbraio, alla ricerca di cinque dame che lo accompagnino nelle cinque serate del festival.
    Cinque puntate a tema che dovrebbero vedere la partecipazione di altrettante donne che rappresentino al meglio l’argomento della serata: viste però le difficoltà nelle trattative con le signore finora contattate, pare che le superospiti siano scese a due, massimo tre, per tutta l’edizione.

    Contrariamente a quanto ci si immaginerebbe, le maggiori difficoltà (tolto il forfait di Angelina Jolie proiettata verso la cerimonia adegli Oscar che si tiene nello stesso periodo di Sanremo) Bonolis e il suo staff le hanno incontrate con Luciana Littizzetto, donna di casa Rai, che ha lasciato ben poche speranze di vederla ancora sul palco dell’Ariston dopo la partecipazione del 2002.
    Sono ancora in corso, invece, le trattative con Monica Bellucci e giusto per rendersi le cose più complicate ora Bonolis guarda all’Eliseo di Parigi, alla consorte del presidente francese Nicolas Sarkozy.

    Certo, Carla Bruni non ha dimenticato – né ha intenzione di farlo – di essere una donna di musica e spettacolo, nonostante l’accoglienza non certo calorosa del mercato alla sua ultima fatica discografica.

    Ma avere la Première Dame de France come ‘superospite’ facente funzioni di ‘accompagnatrice’ al conduttore nella kermesse più nazional-popolare d’Italia potrebbe far storcere il naso non solo ai francesi, già piuttosto critici nei confronti di Carlà, ma non ci sembrerebbe neanche così adatto al suo ruolo istituzionale. E poi non è che la Bruni sia così amata dal pubblico italiano, anche a causa di certe dichiarazioni certo poco ‘diplomatiche’ che le hanno fatto dire di “essere felice di non essere più italiana“, come ricordato nel video di apertura.

    Certo, poterla sfoggiare per Bonolis sarebbe davvero un bel colpo: sempre che non si riveli un boomerang. Staremo a vedere.

    465

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI