Sanremo 2009, Benigni e Berlusconi all’Ariston

Sanremo 2009, Benigni e Berlusconi all’Ariston

Roberto Benigni e Silvio Berlusconi saliranno sul Palco dell'Ariston: purtroppo, però, non lo faranno insieme

    Roberto Benigni, Silvio Berlusconi

    Vedere insieme Roberto Benigni e Silvio Berlusconi sul palco dell’Ariston non avrebbe prezzo: peccato che non accadrà proprio in questi termini. Benigni sarà all’Ariston come ospite della prima serata, Berlusconi ci sarà ‘virtualmente’ con una delle sue canzoni cantata dall’amico Mariano Apicella durante Domenica In del 22 febbraio. Sul fronte gara, Francesco Renga duetterà con il soprano Daniela Dessì.

    Partiamo da un altro duo, quello composto da Roberto Benigni e Silvio Berlusconi.

    La partecipazione di Roberto Benigni al Festival di Sanremo è sempre stata, negli anni, oggetto di polemiche: ma se negli anni Ottanta si temevano le sue intemperanze, oggi a far paura è il cachet.
    La proposta avanzata dal comico di riavere indietro i diritti di sfruttamento commerciale di una parte dei materiali video in possesso della Rai ha scatenato persino un’interrogazione parlamentare, presentata da Riccardo Villari, ex presidente della Commissione Vigilanza Rai ora senatore del Gruppo misto, Silvio Sircana del Pd e Marco Perduca dei Radicali. I tre hanno chiesto al ministro dell’Economia “per quale motivo la Rai dovrebbe perdere guadagni per ospitare un artista italiano in una trasmissione come Sanremo tra le più prestigiose del servizio pubblico, importante vetrina per qualunque personaggio”.

    Una risposta la dà, indirettamente, la stessa Tv di Stato, annunciando i termini dell’accordo raggiunto con il premio Oscar: Benigni riceverà dalla Rai 350.000 euro, una cifra sicuramente non esigua ma inferiore ai 450.000 € percepiti per partecipare a Rockpolitik di Adriano Celentano.
    Il compenso sborsato dalla Rai rientrerà, però, con un altro contratto stipulato tra le parti, che prevede spot su Rai International per promuovere la tournee mondiale di Tutto Dante, per un valore stimato dalla Sipra di 10.000 euro, e i diritti home video di una parte delle apparizioni di Benigni in Rai, valutati in 340.000 euro. Pertanto Benigni si impegnerà a versare alla Rai 350.000 €: a conti fatti parrebbe che Benigni partecipi al Festival a gratis. Per di più la Rai specifica che rimarrà comunque titolare della proprietà dei materiali e dei diritti di trasmissione radiofonici e televisivi su tutte le piattaforme.

    Insomma, da questi comunicati non si capisce quale sarebbe il rientro per Benigni: evidentemente l’accordo sui diritti è per l’attore ben più fruttuoso. Si parlava di un accordo per 950.000 € relativo ai diritti dei materiali video di Benigni, che a nostro avviso resterà valido: non sono ‘soldi’ che escono dalle ‘casse’ della Rai, piuttosto un valore commerciale dei materiali che verrebbe a questo punto girato a Benigni. I 350.000 €, invece, potrebbero essere i soldi ‘in uscita’ e quindi messi a budget dal Festival.

    Altrimenti non ci spieghiamo la manovra.

    Uscendo dalle beghe economiche arriviamo a quelle ‘politiche’: Silvio Berlusconi sarà ‘virtualmente’ a Sanremo ma a kermesse finita. Infatti il suo sodale musicale, Mariano Apicella, co-autore di molti dei suoi brani, presenterà durante la puntata di Domenica In del 22 febbraio – interamente dedicata al Festival e in onda come tradizione dall’Ariston – una canzone inedita del premier. La scelta certe su uno dei suoi ultimi tre brani, C’è amore, Ma se ti perdo e Musica. Tutte e tre faranno però parte del nuovo Cd di Apicella, che conterrà 14 canzoni tutte firmate dal presidente del Consiglio. Ci si domanderebbe dova trova Berlusconi il tempo di fare tutto, ma pare che proprio per i suoi molteplici impegni l’uscita del Cd, prevista per Natale 2008, slitterà a primavera 2009. Si tratterebbe del terzo Cd per il duo ‘lombardo-partenopeo’: il primo disco insieme risale al 2003, Meglio ‘na Canzone, il secondo, L’Ultimo Amore, arriva nel 2005.

    Confidando in un arrivo a sorpresa del premier durante le serate del Festival, passiamo invece ai cantanti in gara. Per un Pete Doherty che va, un soprano che viene. Si tratta di Daniela Dessì che duetterà venerdì sera con Francesco Renga nel brano in gara, Uomo senza età.

    Chiudiamo con una notazione modaiola: il guardaroba di Paolo Bonolis sarà firmato da Versace. Tra gli abiti uno smoking (e ci sembrerebbe strano qualcosa di diverso) in tela di lana con trama in platino. Ma noi aspettiamo le mises delle primedonne.

    884

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI