Sanremo 2009, apre Mina

Sanremo 2009, apre Mina

La conferenza stampa di presentazione del 59ma edizione del Grande Fratello 9 ha rivelato qualche succosa news: ad aprire il Festival ci sarà la voce di Mina

    Sarà la voce di Mina ad aprire (e chiudere) la 59ma edizione del Festival di Sanremo presentato ufficialmente ieri con una conferenza stampa al Casinò. Confermate come primedonne Eleonora Abbagnato e Maria De Filippi, trattative ancora aperte per Benigni. Ma la grande attesa è tutta per lei, la Tigre di Cremona.

    Sono ormai anni che Mina è lontana dai palcoscenici: nonostante l’annuncio ad effetto, volutamente ambiguo, fatto da Bonolis in conferenza stampa, nessuno ha veramente creduto che Mina violasse il suo rigido diktat e comparisse sul palco dell’Ariston. L’illusione, se c’è stata, è durata poco, come confermato in un’intervista a caldo rilasciata a Vincenzo Mollica. Ma la news è di quelle importanti. “Mina aprirà il Festival 2009, un segnale forte che la musica italiana vuole dare a questo palcoscenico. Mina ha deciso di aiutare questo Festival con la sua voce e con un progetto artistico a cui sta lavorando per celebrare la musica italiana”. Un buon modo per battezzare “il festival del rilancio“, come l’ha definito Del Noce, “dopo le turbolenze degli anni 2000 e la scampanellata di allarme dell’anno scorso con il calo inaspettatato degli ascolti”.

    Dopo un’apertura del genere gli altri restano nomi, sì di rilievo internazionale ma di certo con minore appeal.
    Accanto a Bonolis e Laurenti, a fare le veci dell’immancabile valletta ci sarà Chiara Baschetti, modella ‘raffinata’ nella definizione di Bonolis, che si accompagnerà a cinque valletti, uno per sera, provenienti dal mondo della moda.

    Sul versante superospiti, tramontata l’ipotesi Queen, arriveranno all’Ariston Annie Lennox, Jim Carrey, Giorgio Panariello, mentre diventa difficile poter contare su Roberto Benigni: “E’ impegnato in un tour teatrale in giro per il mondo – ha detto Bonolis – ma sarebbe per noi un onore e una dimostrazione di rispetto per questa istituzione se potesse essere presente”. Saranno invece presenti sul palco dell’Ariston venerdì 20 Hugh Hefner, il fondatore di Playboy, accompagnato da alcune delle sue conigliette. Sentiamo già il Moige lamentarsi, mentre Bonolis giustifica la loro presenza come ‘un colpo di testa’, una presenza un po’ folle in una serata, quella del venerdì, che nella mente del conduttore dovrà essere un po’ pazzerella.

    Sul fronte primedonne, invece, confermata la presenza dell’étoile Eleonora Abbagnato nella serata di mercoledì e di Maria De Filippi per il gran finale, sabato 21. Della partecipazione di Maria la Sanguinaria, Fabrizio Del Noce si è detto assolutamente soddisfatto: “La sua presenza’è un ottimo segnale perché dà la conferma di come il Festival sia un patrimonio nazionale dello spettacolo, al di là di quelli che sono i due grandi competitor” ha dichiarato il direttore di RaiUno.

    Per chiudere, una sintesi del meccanismo della gara: sul palco dell’Ariston si confronteranno 16 artisti e 10 proposte 2009, che potranno essere ascoltate su Radio2 la settimana prima del Festival.

    Torna, come ormai noto, l’eliminazione per i big: nella terza serata verranno riascoltati i 6 brani dei cantanti non ammessi dalla giuria demoscopica nelle due serate precedenti e attraverso il sistema del televoto le due canzoni più votate saranno riammesse in gara. Per la prima volta sarà presente in teatro, e non in collegamento dalle sedi Rai, la giuria demoscopica composta da 300 persone, che si esprimerà nelle prime due sere, mentre nella quarta serata si inserirà una giuria di qualità, composta dai professori dell’orchestra del Festival. La giuria di qualità è chiamata a decidere sull’eliminazione di due artisti.

    Nel dettaglio, la scaletta della gara prevede che martedì 17 si esibiranno i 16 cantanti della categoria artisti e verranno presentate le 10 nuove proposte. Il giorno dopo verranno eseguite le 13 canzoni degli artisti che hanno passato la prima selezione, mentre i 10 brani più votati dalla giuria del Teatro Ariston saranno ammessi alla quarta serata. Giovedì 19 si esibiranno i 6 artisti non ammessi nelle due serate precedenti e attraverso il televoto due canzoni saranno riammesse alla quarta serata. Venerdì 20 febbraio, quindi, i 12 artisti rimasti in gara riproporranno le canzoni in una versione liberamente rivisitata. Nella serata finale saranno eseguite le 10 canzoni degli artisti che hanno raggiunto la finale e le 3 canzoni meglio classificate saranno nuovamente eseguite e ancora una volta sottoposte al televoto.

    Mancano ancora delle caselle per ritenere chiuso il puzzle della 59ma edizione del Festival, ma per ora Del Noce e Bonolis sono più che ottimisti, nonostante le ristrettezze economiche e i tempi stretti che hanno contraddistinto questo Sanremo 2009.
    ”E’ stato un anno difficile per tutto il mondo e per questo non abbiamo potuto fare investimenti a fiumi – ha detto Del Noce – perché non sarebbe stato giusto nei confronti della congiuntura nazionale. In ogni caso – ha proseguito – nutro un ragionevole ottimismo anche se, Mediaset, ma ognuno fa ciò che vuole in casa sua, ha allestito una controprogrammazione piena, non ha cambiato il suo palinsesto, come avveniva negli anni passati”. L’Auditel incombe implacabile.

    Sei appassionato del Festival? Indovina la valletta di Sanremo! Fai il quiz!

    954