Sanremo 2008, i video degli otto Giovani finalisti

Sanremo 2008, i video degli otto Giovani finalisti

Sanremo 2008, i video degli otto Giovani finalisti

    Fabrizio Moro alza il trofeo del vincitore della categoria Giovani nel 2007

    Questa sera il Festival eleggerà il vincitore della categoria Giovani, con l’”ausilio” delle giurie di qualità, del gruppo demoscopico e del televoto da casa. A dar loro il cambio ci saranno i superospiti italiani, ovvero i già annunciati Jovanotti, Gianni Morandi, Giorgia, Fiorella Mannoia e i Pooh. Per rinfrescarsi la memoria in attesa della serata, più avanti troverete i video delle esibizioni dei giovani finalisti.

    L’imrpessione generale è che i Giovani presentatisi a Sanremo abbiano avuto qualche giuzzo in più di molti dei colleghi big, anche se non tutte le canzoni a nostro avviso più interessanti hanno poi passato il turno. E’ il caso, ad esempio, di Rosario Morisco che con il suo brano Signorsì, dedicato ai soldati impegnati nel mondo in missioni di pace, e di quotidiano orrore, non ha convinto le giurie demoscopiche che hanno votato le esibizioni nei primi due giorni di kermesse.

    Hanno sicuramente colpito il pubblico a casa i Frank Head con la loro Para parà ra rara, già vincitori morali del festival per le fasce più giovani, conquistate dal ritmo della canzone e dai tre personaggi che compongono il gruppo. In basso la loro esibizione.

    Molto bella anche la canzone proposta da La Scelta, gruppo composto da cinque ragazzi romani che, dopo una certa gavetta nelle cover band, si sono uniti nel 2003 per inserirsi nel filone del New Rock Italiano. In basso il loro brano Il Nostro Tempo.

    Interessante, anche se indigesta al primo ascolto anche per via dell’orario oramai notturno cui fu costretta ad esibirsi, anche il pezzo di Giua, Tanto non vengo.

    Giua proviene dalle selezioni di Sanremo Lab, così come Ariel che ha superato il turno con la sua Ribelle.

    Più vicini al filone romantico stile Zero Assoluto i due “duo” passati alla fase finale, ovvero i Sonohra (con l’acca), che hanno cantato L’Amore e i Milagro con Domani.

    Sullo stesso filone, con una nota di ingenua tenerezza che ricorda la Cinquetti di Non ho l’età o, in tempi più recenti, la Tatangelo degli esordi (pre Gigi D’Alessio), Jacopo Troiani, il 17enne che dichiara Ho bisogno di sentirmi dire ti voglio bene e di cui Elio sente la mancanza al Dopofestival, dato che la minore età gli impedisce di apparire in video dopo la mezzanotte.

    La carrellata si chiude con Valerio Sanzotta, musicalmente non troppo entusiasmante anche se ha presentato un testo che ripercorre gli anni più recenti della storia italiana. In basso la sua Novecento.

    Bene, tutti pronti ad esprimere la propria preferenza? Per scoprire chi di loro entrerà nell’albo d’oro del Festival l’appuntamento è per stasera su RaiUno per la penultima serata del 58° Festival di Sanremo.

    1007

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI