Samuel a Sanremo 2017 con ‘Vedrai’: il testo della canzone

E' il frontman dei Subsonica uno dei prossimi Big che calcherà il palco dell'Ariston.

da , il

    Samuel: 'Ecco perché partecipo al Festival di Sanremo 2017'

    E’ Samuel uno dei concorrenti Big di Sanremo 2017 con il brano ‘Vedrai’: il testo della canzone è disponibile a seguire. Il cantante è soprattutto noto come frontman dei Subsonica, uno dei gruppi italiani più apprezzati di sempre. Il 12 dicembre 2016, il direttore artistico Carlo Conti ha ufficialmente nominato Samuel nella lista dei 22 Big che gareggeranno nella prossima edizione del Festival della canzone italiana in diretta dal 7 all’11 febbraio 2017.

    Samuel salirà per la seconda volta in qualità di concorrente sul palco dell’Ariston di Sanremo 2017, in questa occasione con il brano Vedrai – il testo della canzone è già stato reso noto. E’ stato con un post su Facebook che, con grande onore, il cantante torinese ha diffuso la gradita notizia: ‘Correva l’anno 2000 e con 4 amici partecipavo al Festival canoro più vintage del mondo. Ora, dopo 17 anni, tornerò da solista. Sarà duro girarsi e non vedere il mio gruppo, ma so che una grande parte di voi sarà dietro di me a sorreggermi. Grazie a tutti in anticipo’.

    E proprio come ha scritto Samuel sulla sua pagina ufficiale, questa sarà la seconda volta che Sanremo ospiterà il cantante. Fu nel 2000, infatti, che assieme agli altri componenti del gruppo Subsonica calcò per la prima volta il rinomato palco del Teatro Ariston. Purtroppo quell’anno non fu un grande successo per la band in quanto si posizionarono all’undicesimo posto ma, al di fuori della kermesse sanremese, i Subsonica hanno sempre rappresentato un punto fermo della musica nazionale.

    Fu nel 1996 che Samuel, assieme a Davide Dileo e Max Casacci, fondò il gruppo. Il loro stile rock alternativo elettronico ed assai innovativo è diventato il loro punto di forza. I primi singoli riscontrarono da subito un gran successo. Da quel momento partirono numerose collaborazioni con i grandi della musica italiana, tra cui i Matia Bazar, di cui registrarono ‘Per un’ora d’amore’ e ‘Il video sono io’, per poi scrivere un brano poco tempo dopo con Daniele Silvestri.

    Nel 2000 arrivarono grandi soddisfazioni con, ad esempio, la premiazione a Stoccolma agli MTV Europe Music Awards come migliori artisti italiani, il Premio Italiano della Musica come miglior gruppo e miglior disco, oppure la conquista del disco d’oro e, successivamente, del disco di platino per la riedizione dell’album ‘Microchip emozionale’.

    Di grande importanza fu la collaborazione con Manuel Agnelli, il frontman degli ‘Afterhours’ nonché giudice dell’appena conclusa edizione di X Factor 2016, grazie alla quale si aggiudicarono nuovamente la vittoria agli MTV Europe Music Awards.

    I Subsonica, in tutto, pubblicarono complessivamente 7 album e vendettero circa 400.000 copie di dischi.

    Samuel Umberto Romano ha deciso di lavorare al suo primo disco da solista nel 2016 diffondendo la notizia virtualmente: ‘La risposta’ e ‘Rabbia’ furono i due primi singoli del cantante, frutto di un’importante collaborazione con Jovanotti. Attualmente il cantante torinese si è staccato dai Subsonica di cui ne è stato il frontman per circa vent’anni ma continuerà ugualmente una collaborazione con la band.

    Vedrai’, invece, sarà il brano con il quale Samuel ha deciso di cimentarsi sul palco del Festival di Sanremo 2017. Riuscirà ad affrontare la grande prova senza i suoi compagni di viaggio?

    Samuel con ‘Vedrai’: il testo della canzone

    di S. Romano – C. Riganò – R. Onori – S. Romano

    Ed. EMI Music Publishing Italia – Milano

    Se siamo ancora qui

    Vuol dire che un motivo c’è

    Lascia qualcosa tra le braccia

    E non questa distanza che mi sputi in faccia

    Se siamo ancora qui

    Ad imparare come illuderci

    A preoccuparci della verità

    Vedrai che poi il tempo non ci tradirà

    Sotto un vento di libeccio che dall’Africa

    Soffia lieve su di noi la sua sabbia

    Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome

    A tutte le paure che ci fan tremare

    E troveremo il modo per dimenticare

    La noia, l’abitudine, la delusione

    Vedrai che i desideri si riaccenderanno

    Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno

    Perché noi siamo l’unica benedizione

    L’unica tragedia, l’unica ambizione

    Se siamo ancora qui

    Ad ignorare le difficoltà

    Impareremo anche a comprendere

    Che esiste un buon motivo per insistere

    Sotto un vento di libeccio che dall’Africa

    Soffia lieve su di noi la sua sabbia

    Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome

    A tutte le paure che ci fan tremare

    E troveremo il modo per dimenticare

    La noia, l’abitudine, la delusione

    Vedrai che i desideri si riaccenderanno

    Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno

    Perché noi siamo l’unica benedizione

    L’unica tragedia, l’unica ambizione

    Dovremo solo ricominciare a respirare, a navigare

    Dovrai soltanto dimenticare la noia, il vuoto, la perfezione

    Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome

    A tutte le paure che ci fan tremare

    E troveremo il modo per dimenticare

    La noia, l’abitudine, la delusione

    Vedrai che i desideri si riaccenderanno

    Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno

    Perché noi siamo l’unica benedizione

    L’unica tragedia, l’unica ambizione