Salviamo Pushing Daisies, i consigli

Detto che la serie va benone (e che - visti i tempi di crisi - probabilmente le cose andrebbero bene anche se gli ascolti fossero peggiori), la nostra TV Diva spiega come, finora, ci siano solo tredici episodi ordinati dalla ABC, e che Bryan Fuller, papà della serie, abbia confermato che dalla rete non sono giunti ordini di rinnovo

da , il

    pushing daisies

    Pushing Daisies ha bisogno di aiuto: a lanciare “l’allarme” è nientemeno Kristin di E! Online, secondo cui, ad oggi, la ABC non ha dato ‘segno’ di voler produrre la serie oltre i 13 episodi già annunciati.

    Detto che la serie va benone (e che – visti i tempi di crisi – probabilmente le cose andrebbero bene anche se gli ascolti fossero peggiori), la nostra TV Diva spiega come, finora, ci siano solo tredici episodi ordinati dalla ABC, e che Bryan Fuller, papà della serie, abbia confermato che dalla rete non sono giunti ordini di rinnovo.

    Oltre che secondo Kristin, Pushing Daisies è data per ‘morta’ anche dal Renew-Cancel Index di TVbytheNumbers’, che predice il futuro degli show basandosi su quanto sia appetibile per i pubblicitari un prodotto, appetibilità ricavata da quella porzione di ascolti compresi nella fascia 18-49.

    Ma cosa si può fare per salvare la serie? Per i fan americani, il consiglio è ovviamente quello di sintonizzarsi su ABC e guardare Pushing Daisies (e di riguardarsi gli episodi online), il resto del mondo può invece firmare la petizione Save Daises, scrivere alla ABC (online o per lettera – nel qual caso l’indirizzo è 500 S. Buena Vista St., Burbank, CA 91521-4551), e – tanto per gradire – mandare alla rete tutti i tipi di margherite disponibili.

    Quanto alla serie vera e propria, sempre via Kristin vi postiamo in anteprima un video con l’apparizione di Charles Charles (Josh Randall)…buona visione!