Salemme contro Raoul Bova nel prime time del lunedì

Salemme contro Raoul Bova nel prime time del lunedì

Con Da Nord a Sud- E Ho Detto Tutto, Vincenzo Salemme lancia la sfida all'agente segreto Raoul Bova che inizia questa sera la sua missione per Canale 5 nella miniserie Intelligence della TaoDue

    Da Nord a Sud vs Intelligence

    Con Da Nord a Sud-E Ho Detto Tutto Vincenzo Salemme lancia la sfida all’agente segreto Raoul Bova che inizia questa sera la sua missione per Canale 5 nella miniserie Intelligence della TaoDue. Una sfida insolita per la Rai che solitamente riservava il lunedì alla fiction.

    E’ stata la Champions League a spostare al lunedì Vincenzo Salemme, impegnato con Anna Falchi nelle quattro puntate del viaggio nella comicità italiana intitolato Da Nord a Sud – E Ho Detto Tutto, di cui abbiamo più volte parlato. Inizialmente collocato al mercoledì, lo show prende il via oggi in una giornata anche piuttosto difficile, quella del lutto nazionale per i sei parà della Folgore morti in un attentato giovedì scorso a Kabul.

    Su questo show noi puntiamo molto – ha detto il direttore di RaiUno Mauro Mazza -. Credo che rappresenterà la consacrazione televisiva di un comico finora amato soprattutto al cinema e in teatro. E anche la scoperta di un’Anna Falchi sorprendente per talento brillante“. Tra i vari momenti dello show, segnaliamo la parodia della romanissima serie cul I Cesaroni, declinata in salsa napoletana con l’eloquente titolo I Gennaroni. Ospiti della prima puntata Giorgio Panariello e Gigi D’Alessio, ma si attendono nelle prossime settimane Gabriella Germani, Maurizio Casagrande ed Edwige Fenech.

    Ricchissimo anche il parterre di autori: oltre a Vincenzo Salemme, troviamo Francesco Freyrie, Carlo Freccero, Claudio Fasulo, Luca Bottura, Marco Terenzi, Stefano Sarcinelli e Simone Di Rosa; prodotto dalla Ballandi Entertainment, lo show è diretto da Giovanni Caccamo.

    Su Canale 5, invece, spazio a Intelligence, miniserie in sei parti prodotta dalla Taodue e diretta da Alexis Sweet, con Raoul Bova nei panni di Marco Tancredi, un ex militare delle forze speciali dell’Esercito che si arruola nei servizi dopo la morte della moglie, di cui scopre la doppia vita di spia. Una miniserie ad alto tasso di azione il cui ‘orribile’ sottotitolo (“Servizi & Segreti”) mette in rilievo, però, i temi portanti delle sei puntate in onda da questa sera nel prime time del lunedì.
    La miniserie, inizialmente prevista per l’8 settembre, è stata poi spostata (lasciando spazio a Doc West) per evitare il rischio del flop, sempre in agguato a inizio stagione, quando ancora le abitudini del pubblico tv guardano all’estate. E di fronte a una produzione kolossal è un rischio da non correre: spesi 20 milioni di euro per 36 settimane di riprese, 500 stuntman, 5.000 comparse e ben 320 location tra Italia, Tunisia, Deserto dello Yemen, Romania, Svizzera e Siria.
    Non vorrei creare aspettative esagerate, il pubblico dovrà apprezzare la storia, intrattenersi e non è che i numeri dell’impegno produttivo siano inevitabilmente sinonimo di successo“, dice all’ANSA un saggio e lucido Raoul Bova. Vedremo poi i risultati di questo titolo fictional, tra i più attesi della stagione.

    571