Sabrina Ferilli spogliarellista e babysitter nella fiction Anna e i Cinque

Sabrina Ferilli spogliarellista e babysitter nella fiction Anna e i Cinque prossimamente su canale 5

da , il

    Sabrina Ferilli presto in una nuova fiction Mediaset: sono, infatti, iniziate le riprese di Anna e i Cinque, commedia in sei puntate diretta da Monica Vullo e prodotta dalla Magnolia. Al centro della storia la doppia vita della protagonista, divisa tra striptease e biberon.

    Tratto da un format spagnolo, Ana y los siete (in Italia il numero dei bambini da accudire si è ridotto), la fiction ruota intorno ad Anna, impegnata di mattina a fare da balia ai cinque figli di un padre distratto e la sera ad esibirsi in un locale notturno, dove l’affezionata clientela la conosce come Nina Monamour. Ma Nina/Anna ha un sogno, quello di rilevare il locale dove lavora, il Chicago, con Tony, il fidanzato-impresario: prima va saldato un debito e per questo trova un lavoro come babysitter grazie all’interessamento di un cliente abituale che la segnala al figlio vedovo. Da qui ha inzio la doppia vita di Anna, che diventa un punto di rifermento per Carolina, la più grande e in età da matrimonio, il quindicenne Filippo, timido con le ragazzine, i gemelli di otto anni Giacomo e Giovanna, che vuole diventare ballerina come la mamma, e la piccola Lucia, che non sembra aver ancora superato il lutto. L’arrivo di Anna, come ovvio, sconvolgerà le loro vite.

    Nel ruolo del padre di cotanta numerosa prole, Nicola Ferrari, c’è Pierre Cosso, il Philippe de il Tempo delle Mele 2; Riccardo Garrone è il “nonno”, artefice del nuovo impiego di Anna, mentre Raul Cremona interpreta Tony, il findanzato-impresario.

    Il personaggio di Anna metterà sicuramente in rilievo le doti materne di Sabrina Ferilli, che ancora non è riuscita ad esaudire questo suo desiderio. Nel frattempo, la fiction, che andrà in onda su Canale 5, promette sei spogliarelli, che però immaginiamo non certo bollenti. I comunicati stampa giocano molto sul parallelo tra la Ferilli e Dita Von Teese, celebre esponente del soft porno in stile burlesque, ma la Ferilli ironizza: “Non ho neanche il colore dei capelli in comune con lei. Non ho le movenze plastiche di Dita Von Teese, però è vero che ci saranno sei spogliarelli, fatti però a modo mio: ironici, spiritosi e un po’ goffi“. Strip che Sabrina sta preparando con Bill Goodson, coreografo del Moulin Rouge.

    Di certo Sabrina è entusiasta del ruolo, che immagina già come una “via di mezzo” tra Mary Poppins e Pippi Calzelunghe; entusiasta anche la regista, Monica Vullo, che ha così modo di lasciarsi per un po’ alle spalle la lunga esperienza di Distretto di Polizia.

    Nel frattempo vale la pena rivedere qualche foto cui l’attrice sicuramente potrà “ispirarsi” per le scene più hot, tratte per lo più dal Calendario Max 2000, che inaugurò il fenomeno dei 12 mesi vip.