Rutelli: “In Rai più cultura, meno Isole dei famosi”

Rutelli: “In Rai più cultura, meno Isole dei famosi”

Il ministro vuole una maggiore qualità dei programmi

    Francesco Rutelli, ministro per i Beni e le attività culturali, nel corso di un incontro con i giovani giurati del Giffoni Film Festival, ha promesso una rivoluzione dei palinsesti Rai.

    “Ho fatto molta pressione sulla Rai, ha detto il ministro, affinché da settembre migliorino le trasmissioni di cultura. Al posto di Porta a Porta di Vespa avremo Benigni con il suo Tutto Dante, mentre “Palcoscenico” sarà anticipato per permetterne la visione ad un pubblico più vasto.

    Insomma, meno Isole dei famosi e più cultura”. Ma non solo: “Mi auguro una migliore qualità per le serate tv sui David di Donatello e i Nastri d’Argento, i cui conduttori dovranno prepararsi maggiormente per rendere questi premi meno banali”. Quanto alla diatriba Festival di Roma vs Mostra del cinema di Venezia, Rutelli ha sottolineato che “Venezia è la Mostra internazionale del cinema, il numero 1. Roma ha lavorato bene, e gli altri appuntamenti è un bene che crescano. Quanto al Giffoni, ha concluso Rutelli, guai a chi lo tocca”.

    240