Rubicon debutta questa sera su AMC, foto e video

Rubicon debutta questa sera su AMC, foto e video

Rubicon al debutto questa sera su AMC

da in AMC, Interviste, Primo Piano, Serie Tv, Serie TV Americane, Video, Rubicon
Ultimo aggiornamento:

    Questa sera su AMC debutterà Rubicon, nuova serie con protagonista James Badge Dale nel ruolo di Will Travers, un analista dell’intelligence che scopre che l’American Policy Institute per cui lavora (assieme ad una squadra di suoi colleghi di cui è diventato capo dopo un misterioso omicidio) potrebbe essere parte di una società segreta che manipola gli eventi non solo americani, ma addirittura mondiali. Il che non sarebbe un problema – o meglio lo sarebbe, ma qui è più grave – visto che l’API deve analizzare dati che, se risulteranno essere minacce potenziali, dovranno essere passati alle altre agenzie d’intelligente americane. In realtà la premiere di Rubicon è stata trasmessa, con buoni risultati, subito dopo la puntata finale della terza stagione di di Breaking Bad (ed in replica dopo la premiere della quarta stagione di Mad Men), e se è vero che a noi (come a molti altri) non ha entusiasmato, il produttore Henry Bromell ha spiegato al sito Usa Today perché dare fiducia alla serie.

    Un po’ “I tre giorni del Condor” ed un po’ “Perché un assassinio”, Rubicon ha un protagonista ed una trama complessi: se le premiere di altre serie ci hanno abituato a trame scoppiettanti e protagonisti che ci catturano subito, qui il protagonista è un’analista piuttosto noioso, che dopo 10 anni ancora piange la morte di moglie e figlia avvenuta nelle Torri Gemelle.

    Aveva una vita felice, era professore al college, aveva una moglie ed una figlia bellissime e poi è arrivata la catastrofe“, ha spiegato James Badge Dale (The Pacific, 24).

    Ma pare di capire che tutto Rubicon sarà una serie a lento carburamento, “abbiamo moltissimi show polizieschi con tizi che setacciano i vicoli per trovare l’arma del delitto – ha spiegato Henry Bromell, produttore della serie – questo sarà il primo su un cervellone che analizza dati in cerca di schemi comuni: avranno paura di sbagliare e che ci sarà un altro 11 settembre, saranno molto puntigliosi e non si lasceranno andare facilmente“. “Ci prenderemo il nostro tempo – ha aggiunto Dale – non faremo esplodere le cose, qui il periodo è nei momenti quieti, l’idea che qualcuno ti spii per tutto il tempo” (difatti l’attore pare sia diventato un po’ paranoico, dopo ‘sta serie).

    Per ora Rubicon avrà solo 13 episodi, ma a prescindere o meno dal suo successo, Bromell, subentrato al creatore Jason Horwitch, ha rivelato che la cospirazione al centro della serie sarà risolta al 90% in questa prima stagione, “anche se poi tutto si tramuterà in qualcos’altro e, in caso di rinnovo, non si esaurirà nell’arco di 13 episodi“.

    Chiudiamo con un paio di curiosità, Rubicon è la prima serie veramente di AMC, Breaking Bad era stata originariamente sviluppata da FX, mentre Mad Men venne e proposto ad HBO, che però lo rifiutò. E se vi chiedete cosa diavolo significhi il titolo sì, il riferimento è al famoso Rubicone, quello attraversato da Giulio Cesare che in senso figurato significa arrivare ad un punto di non ritorno, “Will – ha concluso il protagonista – prenderà una decisione che avrà conseguenze su tutto e tutti“.

    Rubicon (AMC) – Trailer


    Rubicon promo


    New Rubicon Trailer / Promo

    777

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AMCIntervistePrimo PianoSerie TvSerie TV AmericaneVideoRubicon