Roommates e Quarterlife, i nuovi web-reality di MySpace

Roommates e Quarterlife, i nuovi web-reality di MySpace

MySpace

    roommates

    MySpace.com diventa “regista”: dal popolare sito partiranno infatti due nuove serie-reality (neanche internet è più un posto sicuro, aiuto), nati e pensati esclusivamente per il web.

    Il primo si chiama Roomates, è partito ieri (si concluderà a dicembre), e – come da titolo – mostrerà alcuni studenti di college (ovviamente tutti assai belli) di Los Angeles, che vivono insieme nello stesso appartamento: ogni episodio durerà tre minuti, sarà disponibile tutti i giorni della settimana sul sito di MySpaceTV e sulla pagina ufficiale di Roommates. La serie/reality, co-creata da MySpace e dalla Iron Sink Productions, segna il primo tentativo del social network di distribuire uno show pensato per il web. Secondo Jeff Berman, manager di MySpaceTv, i fan sono invitati a partecipare al processo creativo: “Saranno sicuramente in grado di aiutare il processo creativo della storia, siamo certi che le idee migliori verranno dai nostri utenti”. In pieno spirito di web 2.0, gli utenti di MySpace disporranno di un sondaggio, per far conoscere agli altri le loro opinioni sulla storia e sui personaggi: “Non è ‘Choose Your Own Adventure’ (una serie di libri narrati in seconda persona dove chi legge può scegliere come proseguire, ndr), ha spiegato Berman, ma una versione myspaciana di ‘Choose Your Own Adventure’. MySpace ha seguito e seguirà tutti gli aspetti della fase creativa, casting, sviluppo della storia, vestiti, location: il tutto tenendo conto dell’audience di MySpace”. Oltre a Roommates, sempre da MySpace partirà invece la serie drammatica “Quarterlife“, ultimo progetto di Thirtysomething e dei creatori di My So-Called Life Marshall Herskovitz e Edward Zwick, che MySpace si “limiterà” a distribuire. La serie, divisa in episodi da otto minuti ciascuno, sarà incentrata su una mezza dozzina di giovani che lavorano nell’industria dell’intrattenimento, recitando, scrivendo e dirigendo.

    Secondo quanto dichiarato da Marshall Herskovitz, “il social network è composto da persone perlopiù ventenni, e lo show è incentrato su persone creative e sulle fasi della loro vita. Se gli utenti di MySpace sono creativi, e tentano di creare una loro versione della vita, sicuramente influenzeranno anche Quarterlife”

    419