Ron al Festival di Sanremo 2014: scheda e testi delle canzoni

Ron parteciperà al Festival di Sanremo 2014, a otto anni di distanza dalla sua ultima presenza con "L'uomo delle stelle"

da , il

    Torna all’Ariston l’”uomo delle stelle”. Ron è nella lista dei 14 artisti in gara al Festival di Sanremo 2014 e parteciperà alla kermesse canora a otto anni di distanza dalla sua ultima presenza, contraddistinta da quel brano particolare e sottovalutato. L’artista non si è mai fermato e, dopo una collaborazione con musicisti e cantanti internazionali, è pronto a ripresentarsi sul palcoscenico sanremese.

    Era appena tredicenne Ron, all’anagrafe Rosalino Cellamare, quando si è affacciato sul panorama musicale, partecipando ai primi concorsi regionali e nazionali. Viene scritturato giovanissimo dall’etichetta It di Vincenzo Micocci e a soli 16 anni partecipa al Festival di Sanremo 1970, cantando “Pa’ diglielo a Ma’” in coppia con Nada.

    Per lui è l’inizio non solo di una lunga e florida carriera ma anche di una serie di collaborazioni che lo porteranno a lavorare con alcuni tra gli artisti e cantautori più autorevoli. Da Francesco De Gregori a Gianni Morandi, passando per Lucio Dalla, Pino Daniele e Fiorella Mannoia.

    Nel 1980 pubblica l’album “Una città per cantare”, il primo con lo pseudonimo di Ron e due anni dopo vince al Festivalbar con “Anima”. Nel 1990 scrive per Lucio Dalla quel brano che va sotto il nome di “Attenti al lupo” e che ha venduto un milione di copie. Sei anni dopo si presenta all’Ariston in coppia con Tosca e i due entusiasmano e commuovono tutti con la loro “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, che si aggiudica il primo premio in quella edizione.

    Nel 2000 Ron festeggia i trent’anni di carriera con un doppio album, contenente duetti con Gianni Morandi, Lucio Dalla, Biagio Antonacci, Tosca e Jackson Browne; quello stesso anno, inoltre, conduce una trasmissione televisiva a lui interamente dedicata, dal titolo “Una città per cantare”.

    Non è la sua unica esperienza televisiva, dato che nel 2011 prende parte come tutor allo sfortunato talent show Star Academy, che viene presto rimosso dal palinsesto per scarsi ascolti.

    Nel 2013 ha pubblicato l’album “Way Out”, che raccoglie dodici cover 12 di cantautori angloamericani: il disco è stato registrato in presa diretta a Garlasco, nell’abitazione del cantante.

    I due brani che porterà al Festival di Sanremo 2014 si intitolano “Un abbraccio unico” e “Sing in the rain”.

    Un abbraccio unico

    di Ron – M. Del Forno Ed. Le Foglie e Il Vento/BMG Rights Management (Italy) – Garlasco (PV) – Milano

    So che prima o poi le cose cambiano

    E troveremo il modo per uscire

    Ci abitueremo presto a un’altra situazione

    Si sa, è normale

    Ma quello che noi non sapremo mai spiegare

    È il nostro inarrestabile vagare

    Quel cercare quel qualcuno che diventi il senso

    Di questo bisogno d’amore… amore

    Quell’abbraccio unico

    Che vuol dire tutto

    Quello sguardo complice

    Che non trova mai le parole

    Amare è poi un bisogno così naturale

    Ma tante volte ci facciamo male

    Noi che siamo così complicati e stupidi

    Davanti all’amore

    Quell’abbraccio unico

    Che vuol dire tutto

    Quello sguardo complice

    Che non trova mai le parole

    Lunga notte aiutami

    A capire un po’

    Questo inarrestabile

    Bisogno d’amore che ho

    Lunga notte aiutami

    A capire un po’

    Questo inarrestabile

    Bisogno d’amore…

    Ma quello che noi non sapremo mai spiegare

    È il nostro inarrestabile vagare

    Noi che siamo così complicati

    Sing in the rain

    di Ron – M. Del Forno Ed. Le Foglie e Il Vento/BMG Rights Management (Italy) – Garlasco (PV) – Milano

    Distratto

    Sempre il solito

    Comunemente insolito

    Protagonista del mio circo

    Trapezista, leone, domatore

    Quanto costa

    Tornare indietro non lo so

    Anche se, sto bene come sto

    Malinconico… e un po’ comico

    Dentro me

    C’è un cane che canta per me

    “Sing in the rain”

    Sta piovendo

    Stai cantando

    Conto i passi che abbiam fatto

    Palazzi vuoti accanto

    Sogni in affitto

    Come te, come me,

    Lo so che non ce n’è

    Quante voci stiamo ascoltando

    Riusciremo a salvare il mondo

    Così resto su

    Dritto e guardo in su

    Limpido

    Come il cielo nella notte che si illumina di blu

    E ci se tu…

    “Sing in the rain”

    Ed il treno va, non si fermerà

    Ci sarà

    Sempre qualcuno che ci tradirà

    Fuori piove già…

    “Sing in the rain”

    “Sing in the rain”

    “Sing in the rain”