RomaFictionFest 2010 versione crime con CSI Miami, CSI New York e Criminal Minds (video)

RomaFictionFest 2010 versione crime con CSI Miami, CSI New York e Criminal Minds (video)

RomaFictionFest 2010 versione crime con CSI Miami, CSI New York e Criminal Minds (video)

da in CBS, Criminal Minds, CSI Miami, CSI New York, Interviste, Personaggi Tv, Roma Fiction Fest, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV Crime, Video
Ultimo aggiornamento:

    Qual è la differenza tra CSI Miami e CSI New York? Ve lo spiegano gli attori A.J. Buckley e Khandi Alexander in questo video del red carpet del RomaFictionFest, mentre nei giorni scorsi David Caruso ha rivelato che la serie ha un grande successo perché cast e crew pensano sempre ai telespettatori: “Si tratta di rispettare i fan – ha spiegato l’attore al sito What’s On TV – questo è il vero legame tra gli attori ed i protagonisti, i fan rimarranno fedeli finché li tratteremo bene, se vogliamo che continuino a guardarci, dobbiamo prendere il nostro ruolo con serietà”. Ed al RomaFictionFest2010 si è parlato anche di Criminal Minds con Matthew Gray Gubler, Reid nella serie, e lo sceneggiatore/producer Simon Mirren.

    Lo sapevate che gli sceneggiatori di crime drama possono odiare i crime drama? Lo ha rivelato Simon Mirren (già autore di Senza Traccia e Third Watch) nel corso del RomaFictionFest, quando alla platea ha spiegato che di non sopportare “i procedural classici, alla CSI per intenderci: mi occupo principalmente dei personaggi, e sono i personaggi che volevo emergessero all’interno delle nostre storie. Non descriviamo come la gente uccide, ma perché lo faccia, perché, su trecento milioni di americani, un assassino abbia scelto proprio quella vittima. Un serial killer non uccide per soldi, non uccide per vendetta: uccide perché gli piace farlo, e trovo che analizzare e comporre un simile puzzle umano sia enormemente affascinante”.

    Nel corso dell’incontro svoltosi nei giorni scorsi sono stati proposti stralci di The Fox e di Mosley Lane, quest’ultimo episodio di Criminal Minds diretto da Matthew Gray Gubler – dichiaratosi fan di Dario Argento – una puntata che definire disturbante è dire poco.

    Matthew – ha rivelato Mirren – mi chiese di scrivere un episodio completamente folle, e noi ci siamo chiesti: qual è la cosa più malata che ci possa venire in mente? E abbiamo concluso che il santo graal di un potenziale omicida è la possibilità di far sparire le prove. Cosa poteva esserci di meglio di una coppia di anziani che gestisce un crematorio e ne approfitta per bruciare vivi dei bambini?“.

    Molto più interessante l’intervista che l’attore ha rilasciato al sito movieplayer.it, nella quale parla dell’uscita dal cast di AJ Cook e del fatto che Paget Brewster apparirà in meno episodi: “Penso che sia un vero peccato, perché noi siamo una vera e propria famiglia – ha detto Gubler – impariamo ad affidarci agli altri protagonisti in modi diversi sul set: se pensiamo ad una scena in cui siamo tutti seduti intorno ad un tavolo, diventa come la coreografia di un balletto, in cui ti affidi ad uno o all’altro per ottenere determinate emozioni. Ora ci troveremo a perdere due sfumature del nostro spettro di colori ed il timore è di avere uno show meno dinamico, anche soltanto considerando che non avremo donne, se non per Garcia”.

    In realtà dovrebbe arrivare una new entry femminile che in qualche modo ‘pareggi’ la sproporzione maschile del cast, e Gubler ha aggiunto: “Mi piace l’idea di dover reagire a tutto quello che ci viene gettato contro, che scuote la situazione, anche se mi dispiace tantissimo per le colleghe che non lavoreranno con noi. Ogni anno abbiamo nuovi grossi problemi da affrontare, che sia Gideon che dà di matto, o lo sciopero degli sceneggiatori in America, ormai non sono più sorpreso”.

    702

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CBSCriminal MindsCSI MiamiCSI New YorkIntervistePersonaggi TvRoma Fiction FestSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV CrimeVideo