Rocco Schiavone: la seconda stagione della fiction ci sarà?

Il personaggio interpretato da Marco Giallini potrebbe tornare su Rai 2

da , il

    Rocco Schiavone: la 2^ stagione ci sarà? Il primo ciclo della fiction in onda su Rai 2 si è concluso questa sera, mercoledì 7 dicembre 2016, e il pubblico si sta già chiedendo se rivedrà il vicequestore interpretato da Marco Giallini in tv. La serie, basata su alcuni racconti scritti da Antonio Manzini con protagonista un personaggio di fantasia trasferito da Roma in Valle d’Aosta, ha appassionato il pubblico per sei appuntamenti, riuscendo a battere puntualmente l’agguerritissima concorrenza Mediaset, che ogni mercoledì sera proponeva ‘Solo‘ alla stessa ora. Che decisione prenderà la Rai?

    Molto probabilmente la tv pubblica darà il via alle riprese di una seconda stagione di Rocco Schiavone, ma non nel futuro immediato. Le prime sei puntate infatti sono state tratte dai libri di Manzini già pubblicati e al momento lo scrittore ha in lavorazione due nuovi titoli: bisognerà attendere qualche tempo prima di leggere nuove avventure incentrate sulle gesta del burbero e sarcastico vicequestore, e anche per vederlo nuovamente in tv.

    Visti i buonissimi ascolti ottenuti dalla serie trasmessa da Rai 2, che quasi sempre hanno superato abbondantemente i 3 milioni di telespettatori, la sicurezza che Rocco Schiavone avrà un seguito in tv appare quasi scontata. L’unica incertezza nasce dalle recenti critiche mosse da una parte del mondo politico italiano: secondo Maurizio Gasparri infatti, il comportamento di Schiavone non sarebbe consono per essere trasmesso in prima serata dalla tv pubblica. Tali opinioni però, riguardanti un personaggio totalmente di fantasia, potrebbero non rientrare tra le prime cause di annullamento, in fase di decisione su un eventuale rinnovo.

    Marco Giallini ha saputo dare forma ad un personaggio fino ad oggi solo immaginato dai lettori e si è mosso nella suggestiva cornice della Valle d’Aosta. Il finale di stagione di ‘Rocco Schiavone‘ ha visto il protagonista trovare l’identità dell’assassinio di Adele, morta al suo posto a causa di uno scambio di persona: si tratta del fratello di chi ha sparato a sua moglie, uccidendola. Il finale però è aperto, visto che tra i due non c’è stato uno scontro diretto. Italo Perron (Ernesto d’Argenio) e gli altri colleghi del vicequestore dalla perdita di pazienza facile potrebbero quindi tornare in tv tra qualche anno. In questo caso si tratterebbe di una scommessa vinta per la serialità tutta italiana: restiamo in attesa di conferme ufficiali da parte della produzione.