Roberto Bolle a Televisionando: ”La Mia Danza Libera è una sfida” [INTERVISTA]

Roberto Bolle a Televisionando: ”La Mia Danza Libera è una sfida” [INTERVISTA]

L'étoile su Rai 1 per una serata interamente dedicata al mondo della danza

    Roberto Bolle, La Mia Danza Libera: intervista

    Sabato 8 ottobre 2016 Roberto Bolle andrà in scena su Rai 1 con La Mia Danza Libera, un programma, sì, interamente dedicato alla danza, ma in una chiave del tutto nuova per la televisione. Televisionando ha intervistato Bolle in occasione della presentazione del progetto alla stampa. ”Ringrazio la Rai, Ballandi e Gianpiero Solari che hanno creduto in questo progetto e mi hanno permesso di portare la danza in televisione e in prima serata in un salotto come quello di Rai Uno”.

    Eccellenza italiana che tutto il mondo ci invidia, Roberto Bolle è un artista con la A maiuscola e lo si percepisce appena fa il suo ingresso al Teatro Parenti, location scelta da Rai 1 per effettuare le riprese. La Mia Danza Libera è un esperimento, un modo nuovo di raccontare la danza, frutto di una decisione lucida e precisa di Bolle, Giampiero Solari, Bibi Ballandi e la Rai. L’obiettivo è riuscire ad avvicinare il grande pubblico a questa disciplina, da sempre considerata elitaria.

    Il primo contatto tra la Rai e Roberto Bolle è avvenuto dopo la partecipazione dell’étoile al Festival di Sanremo 2016, dove ha ballato sulle note di We will rock you dei Queen, segno che anche il balletto può essere presentato in chiave moderna e pop. La scelta di una serata interamente dedicata alla danza, invece, è avvenuta in un momento successivo: ”In un primo momento si era pensato di portare in TV un mio momento”, dice Bolle, ”ma sarebbe stato riduttivo perché non si sarebbe tradotto in un linguaggio televisivo, come invece si è fatto, grazie a Gianpiero Solari che è riuscito a tradurre ogni brano che avevo in repertorio”.

    La Mia Danza Libera, dicevamo, è un prodotto nuovo per la Rai, e per la TV in generale, e né la Rete né Bolle ne fanno mistero: ”E’ una sfida per la Rai ed è una sfida per me che ho creduto in questo progetto, cioè nel voler portare la danza in prima serata in questa maniera: parlare, coinvolgere e arrivare all’anima delle persone che lo guardano da casa”.

    Roberto Bolle rai 1

    E’ un momento unico, una cosa mai fatta prima e bisognava trovare un linguaggio che rispettasse la forza e l’eleganza della danza e che riuscisse a bucare lo schermo televisivo; lo spettacolo deve catturare e tenere l’attenzione dello spettatore e credo che ci siamo riusciti. La Mia Danza Libera è la celebrazione di questa arte ed è la prima volta che viene fatta”.

    ”Ci sarà sempre chi storcerà il naso, come è stato per Sanremo. Il pubblico è quello che conta e che vede da casa.

    I puristi vanno a teatro e hanno l’opportunità di andare alla Scala e ad accedere ai grandi teatri. Questa è una serata pensata per emozionare il grande pubblico, avvicinarlo e spero che molte persone inizino ad amare la danza, che io stesso ho imparato ad amare grazie alla televisione”.

    Durante la serata saranno tanti gli ospiti che si alterneranno e che accompagneranno Roberto Bolle nel racconto della danza al grande pubblico. ”Ho voluto che la serata fosse bella, piacevole per il pubblico, quindi le interazioni con gli ospiti che ho scelto sono spesso ironici e divertenti proprio perché devono piacere e divertire. Oltre al repertorio dell”800 e del ’900, ci sarà una grande varietà di stili e di emozioni, una grande bellezza visiva di sentimenti, di valori molto diversi tra loro, dalla passione alla follia, quindi tante sfaccettature emotive e tanto divertimento”.

    Luisa Ranieri mi accompagnerà in questo percorso e Francesco Pannofino terrà le fila dei vari momenti della serata. Io parlerò, farò interviste a termine di alcune esibizioni, ma sempre raccordati con altri momenti di danza, non sarò nelle vesti di conduttore”. Molti i personaggi del mondo dello spettacolo che parteciperanno allo spettacolo: Paola Cortellesi, Lorenzo Jovanotti (con cui Roberto Bolle eseguirà una coreografia), Virginia Raffaele, Micaela Ramazzotti, Elio e Asaf Avidan. Altrettanti i ‘colleghi’ alla corte di Bolle: Misty Copeland, Principal Dancer dell’American Ballet Theather di New York; Nicoletta Manni, Prima Ballerina della Scala; Alicia Amatriain, ballerina basca. Lat but not least, Carla Fracci, in occasione dei suoi 80 anni: ”In una serata dedicata alla danza, era giusto invitare la Signora della danza”, afferma Bolle.

    Al momento La Mia Danza Libera è pensato come appuntamento unico, ma non è detto che il debutto televisivo di Roberto Bolle resti un unicum: ”Per me è già un bellissimo traguardo”.

    845

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI