Roberto Benigni, Rai 5 celebra i suoi 60 anni con Opinioni di un clown

Roberto Benigni fa 60 anni e Rai 5 gli dedica uno serata speciale: Opinioni di un clown

da , il

    Quirinale   cerimonia conclusiva delle celebrazioni del 150° anniversario dell'unita' d' Italia

    Roberto Benigni compie 60 anni, al regista, attore italiano è dedicata una serata speciale su Rai 5. Un ritratto dedicato all’artista toscano affettuoso e irriverente intitolato Roberto Benigni – Opinioni di un clown. Alle 21:15 su Rai 5 un excursus dedicato ai 40 anni di carriera di Benigni, un artista che tutto il mondo ci invidia. Il ritratto di Rai 5 è a cura di Felice Cappa e Andreina Di Porto. Il titolo prende in prestito quello di un libro di Heinrich Böll.

    Roberto Benigni è uno dei personaggi più amati del mondo del cinema e dello spettacolo italiano, il ragazzaccio tornerà in TV il 17 dicembre e decantare la bellezza della Costituzione italiana. In attesa del suo ritorno godiamoci su Rai 5 questo speciale dedicato alla sua carriera dalle prime ospitate in televisione, passando per il cinema. Rai 5 intervisterà anche gli amici e la famiglia di Roberto Benigni. Una serata dedicata al senso dell’umorismo particolarissimo del regista toscano e ai suoi modi di eterno bambino, con quel suo modo di fare che illumina e incanta ogni cosa. Dai tempi dei suoi esordi in teatro, negli anni ’70 a Roma, poi il cinema, arte che non lascerà più e gli porterà ben due Oscar per il suo miglior film, La vita è bella. La sua ironia sempre viva, i suoi funambolismi della lingua, gli ammiccamenti del suo volto mobile e altro.

    Nello speciale di Rai 5 tutte le sue incursioni mitiche televisive, filmati in bianco e nero e a colori fino ad arrivare agli ultimi momenti della sua carriera: la lettura di Dante in TV e nei teatri di tutta Italia. E la sua prossima fatica, il 17 dicembre La più bella del mondo, uno show dedicato alla nostra Costituzione. Una bella retrospettiva dedicata a uno dei più grandi artisti che l’Italia abbia mai avuto, sempre in compagnia della sua fisicità e del suo linguaggio irridente e surreale che lo caratterizza. Nato il 27 ottobre del 1952 a Castiglion Fiorentino, dopo il teatro nel 1972 si avvicina al mondo del cinema: grazie alla direzione di Giuseppe Bertolucci diventa un talento amatissimo nel mondo del cinema. Da Berlinguer, ti voglio bene inizia a lavorare nel mondo del cinema e incursioni in tv e nel mondo della canzone e da qui parte il suo personaggio, sempre sopra le righe come quando abbracciò proprio Enrico Berlinguer durante un comizio o quando placcò la Carrà durante Fantastico.