Ritmo e energia al Dopofestival 2015 di Sabrina Nobile e Saverio Raimondo

Ritmo e energia al Dopofestival 2015 di Sabrina Nobile e Saverio Raimondo

Ritmo e energia al Dopofestival 2015 di Sabrina Nobile e Saverio Raimondo

da in Festival di Sanremo 2015, Rai, Rai 1
Ultimo aggiornamento:

    Il successo di Sanremo 2015 continua anche al Dopofestival. Condotto da Sabrina Nobile e Saverio Raimondo, il Dopofestival va in onda in diretta web, ma, grazie agli ottimi risultati ottenunti durante le prime serate, il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone ha annunciato in conferenza stampa che si pensa già all’edizione 2016 e ne valuteranno il ritorno in televisione. Fatta questa premessa, vi raccontiamo della puntata di ieri sera, visto che abbiamo avuto il privilegio di seguirla dallo studio.

    I conduttori del Dopofestival 2015 Sabrina Nobile e Saverio Raimondo sono la coppia perfetta: ironica e serafica la prima, un fiume in piena il secondo. La puntata ha visto la partecipazione di quattro cantanti. A dare il via è stata Serena Brancale, Nuova Proposta eliminata nella sfida con Giovanni Caccamo, cui è seguita l’esibizione live di Bianca Atzei insieme ai Dear Jack. Durante la performance i cantanti sono stati interrotti da due esimi colleghi: Biggio e Mandelli nei panni dei disturbatori; subito dopo, si sono esibiti anche loro, intonando ‘Vita d’inferno’, la canzone con cui sono in gara. Ultimo ma non ultimo ospite della puntata Rocìo: tra aneddoti e chiacchiere il breve passaggio della Morales è sufficiente a testimoniare la grande simpatia e la forte personalità della ‘valletta’ spagnola.

    L’elemento principale che emerge dal Dopofestival è l’energia. Dalla conduzione all’atmosfera in studio, dagli ospiti alla band, tutto scorre molto velocemente.

    Il programma è ritmato, veloce e divertente. Simpatici e senza peli sulla lingua, Nobile e Raimondo sono affiatati e sembra che si divertano veramente anche a telecamere spente.

    Sabrina Nobile mantiene l’indole da ex Iena, ma ha anche il garbo e la simpatia della padrona di casa. Saverio Raimondo, poi, è la vera rivelazione del Dopofestival, ma forse anche di tutto il carrozzone sanremese. Giovane (ha appena trent’anni), sveglio, televisivo e, soprattutto, bravo, sa intrattenere, divertire, improvvisare. Che il Dopofestival sia il giusto trampolino di lancio per una carriera solida e duratura? Le premesse sembrano esserci tutte.

    Per quanto riguarda la scrittura, il programma è ben strutturato, ha ritmo e non ci si annoia: si passa velocemente da un ospite all’altro, da un intermezzo all’altro, mantenendo sempre toni leggeri. Colpo di genio, poi, del gruppo autorale è la presenza di Giancarlo Magalli, nuova star del web, presenza fissa del programma.

    407

    NanoPress al Dopofestival 2015
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2015RaiRai 1 Ultimo aggiornamento: Sabato 14/02/2015 12:58
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI