Rinnovi per Chuck, Bionic Woman, Journeyman e Life (NBC) e Cane (CBS)

Rinnovi per Chuck, Bionic Woman, Journeyman e Life (NBC) e Cane (CBS)

Per le cinque serie tv sono previste tre sceneggiature ‘aggiuntive’

    nbc

    Mentre Gossip Girl (CW) ha ottenuto un’intera stagione, la NBC, evidentemente soddisfatta degli ascolti ottenuti da Chuck, Bionic Woman, Journeyman e Life, ha annunciato che per le quattro serie tv sono previste tre sceneggiature ‘aggiuntive’, che se da un lato è una buona notizia, dall’altro non significa che le serie avranno una stagione completa (anche se di solito ulteriori episodi = serie completa). Episodi aggiuntivi anche per Cane, soap opera della CBS, per cui la rete ha annunciato altri 4 episodi.

    Tutte e cinque le serie sono molto forti, soprattutto nella fascia di pubblico verso cui sono rivolte, anche se bisogna dire che se Bionic Woman è la migliore di tutte (quanto ad ascolti), è passata dai quasi 14 milioni di telespettatori dell’esordio ai 10.1 della puntata di mercoledì, con una perdita secca, in due settimane, di quattro milioni di telespettatori, per la maggior parte nella fascia 18-49, quella che interessa ai pubblicitari. Tra l’altro proprio Bionic Woman sarebbe al centro di una mezza bufera, perché Jaime Sommers, interpretata da Michelle Ryan, nomina la Clinton (che ha già parodiato “I Soprano”), uno dei candidati democratici alla presidenza.

    Quando scopre che nel suo occhio bionico c’è una telecamera costantemente accesa, la Sommers dice: “E’ una violazione totale della privacy! Chiamerò il dipartimento di giustizia…o Hillary Clinton. Lei vi farà chiudere questa cosa”. Da molti giornali (soprattutto destrorsi) l’accenno a Hillary viene letto come una sorta di pubblicità occulta, come un “appiattimento” sulla linea della Clinton (che, sottolineano i perfidi, non è certo nota per le sue attività investigative). Jaime poteva nominare un presidente fittizio, o usare il nome di Nancy Pelosi, speaker dei democratici alla Camera, o il leader della maggioranza democratica al Senato Harry Reid: se è vero che alla fine dei conti non c’è nulla da biasimare, scrivono tutti, l’accenno alla Clinton può essere l’ennesimo indicatore di che aria liberal si respiri a Hollywood e dintorni.

    405

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI