Ricky Memphis e Daniele Pecci protagonisti della fiction Mediaset “Crimini bianchi”

Ricky Memphis e Daniele Pecci protagonisti della fiction Mediaset “Crimini bianchi”

Ricky Memphis e Daniele Pecci protagonisti della nuova serie medico-legale Crimini Bianchi

    Ricky Memphis e Daniele Pecci sul set di Crimini Bianchi

    Ricky Memphis e Daniele Pecci sono la coppia investigativa della nuova fiction Taodue per Mediaset, Crimini Bianchi, serie medico-legale ispirata ai numerosi casi di malasanità che riempiono la cronaca italiana. Le riprese sono appena iniziate e probabilmente vedremo l’ex commissario Belli di Distretto di Polizia e l’eroe di Orgoglio solo nella prossima stagione.

    Francamente siamo così legati all’immagine di Ricky Memphis in giubbino di pelle e in giro nelle volanti che fatichiamo ad immaginarcelo tra faldoni e toghe avvocatizie, ma siamo altresì certi che il personaggio sarà adatto alle corde dell’attore. Del resto è lui stesso a presentare il suo personaggio, Claudio Bruni, come «un avvocato sgualcito, non di quelli in giacca e cravatta», pronto a tutelare i diritti del malato per un’associazione fondata insieme all’amico Luca, interpretato da Daniele Pecci, cardiochirurgo votato alla salvaguardia del paziente.
    La serie, prodotta dalla Taodue, mira a raccontare gli abusi e gli errori del servizio sanitario, dalle diagnosi superficiali ai ricatti in corsia, dai baronati, ai medici senza scrupoli che speculano sulla salute dei propri pazienti, cogliendo spunti dai casi più eclatanti degli ultimi mesi. Sembra che tra i casi di puntata vi sia anche il tragico caso della morte di diversi pazienti cui fu somministrato, per errore, azoto al posto dell’ossigeno. Ci sarà anche spazio, però, per i reaprti d’eccellenza, all’avanguardia della medicina, che non mancano nel nostro Paese, anche se oscurati dai ben più eclatanti casi di malasantità.

    Christiane Filangieri e Michela Ramazzotti

    Accanto ai due protagonisti ci saranno Christiane Filangieri, nel ruolo di una dottoressa di pronto soccorso, e Michela Ramazzotti, specializzanda idealista.

    Alla regia Alberto Ferrari mentre la sceneggiatura è firmata da Dante Palladino (già ad Un Posto al Sole e Vivere), Giorgia Mariani e Silvia Margherita. La supervisione del trattamento dei temi medici è affidata a Manuela Gatti, assistente del professore (ed ex ministro della Sanità) Umberto Veronesi.

    Pietro Valsecchi, presidente della Taodue e ideatore della serie presenta così la sua ultima creatura, che pare destinata a suscitare numerose polemiche per lo stile non politically correct che intende adottare nell’affrontare il delicato tema della malasanità: ”La sanità è fondamentale sana, ma ciò non la priva di errori. Vogliamo accendere la fiction tv su un tema cui la stampa ha dedicato molte inchieste. Troppi errori passano per fatalità. Se poi arriveranno polemiche, ben vengano”.

    Vedremo se questa serie medical-legal riuscirà a sfatare la maledizione delle fiction italiane ambientate in corsia, che non sempre hanno registrato buoni risultati (da Camici Bianchi del 2001, sospesa dopo poche puntate, a Nati Ieri del 2007 interrotta a quattro puntate dalla fine, giusto per ricordare due serie Mediaset).

    659