Report e Italian Job, due chicche dei nostri palinsesti

Report e Italian Job, due chicche dei nostri palinsesti
da in Attualità, Informazione, Intrattenimento, La 7, milena-gabanelli, Palinsesto La7, Palinsesto Rai, Rai 3, Video, paolo-calabresi, report
Ultimo aggiornamento:

    Report e Italian Job

    Domenica è iniziata la nuova serie di Report, che ci terrà compagnia fino a giugno ogni domenica sera su RaiTre, mentre si è concluso il primo ciclo di Italian Job, che tornerà domenica prossima su La7 con il suo best of. Due programmi molto diversi, con una costante, la capacità di far indignare il pubblico a casa.

    Report ha ricominciato la sua serie di appuntamenti settimanali aprendo con un’inchiesta sullo stato delle discariche di rifiuti tossici in Campania: più di 2000 quelle riconosciute dalla magistratura, innumerevoli altre quelle ancora non rilevate e messe sotto sequestro. Per nessuna di queste è ancora partita la bonifica, mentre intorno ad esse continuano a morire residenti e con essi capi di bestiame che, pur contaminati, hanno continuato a produrre latte e derivati regolarmente commercializzati. Intere piantagioni di ortaggi sorgono ai limiti delle aree più o meno recitate e nel frattempo si cerca ancora di far fronte al problema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, problema ancora lontano dalla soluzione in gran parte della regione.
    Un vero pugno nello stomaco per quanti si limitano a considerare il problema dell’emergenza rifiuti in Campania semplicemente come uno scempio perpetrato nei confronti di una delle città più belle del mondo, quella Napoli che soffoca periodicamente sotto cumuli di immondizia lasciata amarcire per le strade. Già solo quello basterebbe, ma purtopppo c’è molto di più.

    In questi giorni è nelle sale un bel film documentario, Biutiful Cauntri, già più volte ripreso dalle trasmissioni tv (Annozero gli dedicò una puntata): basta vedere il promo per avere già un’idea della situazione.

    Di tutt’altro tono le “inchieste” semiserie di Italian Job, che però mantengono intatto lo stesso obiettivo, svelare il diffuso malaffare, le connivenze, le piccole e grandi truffe che quotidianamente ci coinvolgono, in maniera più o meno diretta.

    Servendosi della sua anilità di trasformista Paolo Calabresi ha fatto cadere nel suo tranello figure di vario tipo, dai rettori ai megistrati, il tutto per ottenere qualche favore, puntualmente arrivato. Tra questi anche la “concessione” ad un nonnetto di 95 anni, interpretato sempre da Calabresi, di sedersi in prima fila all’Ariston durante la puntata di Domenica In dedicata a Sanremo. Qualcuno di voi ricorderà il logorroico nonno cui pippo Baudo rivolse il primo saluto della puntata: personaggio assolutamente dubbio, questo nonno, ma evidentemente non tanto da far scattare il campanello d’allarme agli organizzatori della Rai, che lo sistemarono in prima fila, in qualità di abbonato ultra fedele. In basso il video.

    Beh, c’è di peggio, basta visitare la pagina dedicata al programma sul sito de La7 per recuperare le puntate perse, in attesa di seguire domenica 16 marzo il meglio della trasmissione, sempre in prima serata su La7.

    Due trasmissioni in diretta concorrenza, tutte e due collocate alla domenica sera, di grande interesse e di grande attualità. Ci sia concesso anche di giudicarle un po’ cattive nei confronti del pubblico: prepararsi ad una nuova settimana di lavoro dopo aver visto cose del genere diventa ancora più difficile. Ma va bene così.

    767

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàInformazioneIntrattenimentoLa 7milena-gabanelliPalinsesto La7Palinsesto RaiRai 3Videopaolo-calabresireport Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI