Renzo Rubino al Festival di Sanremo 2014: scheda e testi delle canzoni

Festival di Sanremo 2014: Renzo Rubino tra i concorrenti "big", ecco la scheda del cant-attore

da , il

    Forse sogna il rosso di Noemi. Come lei parteciperà alla nuova edizione del Festival di Sanremo 2014, tra i big in gara con due canzoni: Ora e Per sempre e poi basta. Ha 12.000 fans su Facebook, 5.000 followers su Twitter. Si tratta di Renzo Rubino che torna sul palco dell’Ariston, stavolta nella rosa dei 14 cantanti big in gara.

    L’anno scorso – lo ricorderete – aveva già partecipato alla kermesse musicale in diretta su Rai1 tra le giovani proposte dello show, classificandosi al terzo posto con la canzone dal tema gay, intitolata Il Postino (Amami uomo), che ha ricevuto però il Premio della Critica Mia Martini.

    Prima del debutto, da big, sul palco dell’Ariston – condotto per la seconda volta consecutiva da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto – il giovane cantante ha pensato bene di permettersi un bel bagno in acqua, in pieno periodo natalizio!, come svela lui stesso sul suo profilo Facebook. Insomma ha proprio deciso di rinfrescarsi le…idee!

    E’ molto attivo sui social network; su Twitter ad esempio è lui stesso a definirsi un «cant-attore macabro-circense spesso romantico». Personalità e brano che, complice la partecipazione al Festival del paese dei fiori, lo ha portato alla creazione del secondo album, Poppins, prodotto dalla Warner Music Italia, da cui è tratta la canzone-parodia: Pop.

    Anche se attento alla musica di “un certo livello”, sin dai tempi di Pianafrasando, – agli inizi con voce e piano – non disdegna la tv: pronto a tornare a Sanremo quest’anno, l’anno scorso ha partecipato al torneo musicale del Biscione nel programma di Alessia Marcuzzi e Simone Annichiarico, Music Summer Festival – Tezenis Live 2013.

    Anno fortunato, in cui ha vinto anche il contest next generation per i Wind Music Awards (ora su Rai1) e il premio Lunezia 2013 grazie all’album Poppins per la sua “qualità musical-letteraria”, partecipando inoltre su Rai1 al concerto del Primo Maggio.

    Forse uno dei pochi a trattare temi sociali forti senza il retrogusto della voglia di vincere a tutti i costi. A voi piace Renzo Rubino?

    Per sempre e poi basta

    di O. Rubino – A. Rodini – O. Rubino Ed. Curci/Warner Chappell Music Italiana/ Edizioni Avarello – Milano – Aprilia (LT)

    Un quarto alle tre

    C’è una mosca sulla lampada a led

    Gli occhi vogliono andarsene

    Ma il mio cuore è in movimento

    E penso che

    Il mio stomaco sia in briciole

    Cerca un paio di coccole

    Gli regalo una caramella

    E non basterà neanche quella

    Sono stato abituato male con te

    Solo un’altra canzone

    Poi cancellerò il tuo nome

    Per sempre ed un’ultima volta

    Ti porterò con me

    Insieme tra sette notine

    Danzeremo per sempre e poi basta

    E ogni volta che suonerò questa nota

    Sarai vicino a me

    C’è una macchia microscopica

    Nel tuo bulbo oculare

    Non è nulla

    Non devi farti controllare

    Sono io quella macchia grigia

    Fissa in ogni cosa che fissi

    La mia testa è come un girasole non si alza più

    Solo un’altra canzone

    Poi cancellerò il tuo nome

    Per sempre ed un’ultima volta

    Ti porterò con me

    Mentre tu mi stai mordendo

    Io ti sto riservando un posto tra i miei pensieri

    Reparto ricordi migliori

    E tra l’infanzia

    E il primo ginocchio che ho scioccamente sbucciato

    Ci sono i tuoi occhi grandi

    Ora sarò banale

    Ma a me ricordano il mare

    Ora molla fa male

    Ora molla fa male

    Anche se non mi do pace

    Una spada sarà questa voce

    Per sempre ed un’ultima volta

    Ti porterò con me

    Insieme tra sette notine

    Danzeremo per sempre e poi basta

    E ogni volta che suonerò questa nota

    È un sì

    Sarai vicino a me

    Ora

    di O. Rubino – A. Rodini – O. Rubino

    Ed. Curci/Warner Chappell Music Italiana/

    Edizioni Avarello – Milano – Aprilia

    Se solo si potessero inventare le stelle

    Nelle gallerie indifferenti delle metro

    Smetterei di aver paura di correre

    Per andare chissà dove

    Ogni volta che mi specchierò

    E guarderò lontano

    Incrocerò lo sguardo sognante di un bambino

    Vorrei dirgli tutto ciò è niente

    Lascia perdere

    Sognare non aiuta

    Ho visto il frantumarsi di ogni cosa

    Soprattutto il desiderio di morderle le labbra

    Dopo una carezza sbagliata

    Di una vita azzardata

    Sospeso sulla corda

    Ora che stai pensando

    Fermati e datti un voto

    Tremano le gambe sto cadendo

    Vorrei svegliarmi a mezzogiorno

    Di una vita senza fretta

    Ora che stai pensando

    Fermati e datti un voto

    Paura di non essere il migliore

    Paura di non fare

    Paura di partire

    Perché partire è scappare

    Potrei concedermi un momento per riposare

    Io voglio sentirmi libero di contemplare il mare

    Ti prego solo per stanotte resta con me

    Io non mi so concedere

    Ma la più grande colpa sarà sentirmi in colpa

    Potrei singhiozzare tirare calci o morire

    Deve restare tutto uguale

    Anche se uguale per me è impazzire

    Ora che stai impazzendo

    Fermati e datti un volto

    Affondo lentamente e non me ne accorgo

    Distrattamente sta finendo

    La mia vita senza bellezza

    Ora che stai pensando

    Fermati e datti un voto

    Ora che stai pensando

    Fermati e datti un voto

    Ora che stai reagendo

    Fermati e datti un voto un voto

    un voto un voto un volto