Renzi e Travaglio a Otto e mezzo: chi è Fonzie, chi Ralph Malph

Renzi e Travaglio a Otto e mezzo: chi è Fonzie, chi Ralph Malph

Scontro negli studi TV di LA7, la conduttrice Lilli Gruber richiama all'ordine

    Chi è Fonzie? Chi Ralph Malph? Il premier Matteo Renzi e il giornalista Marco Travaglio, entrambi ospiti su La7, a Otto e mezzo, aprono questo interrogativo per confrontarsi sui vari temi d’attualità politica. Ad un certo punto, la tensione in studio diventa palpabile e la conduttrice del programma è costretta a richiamare all’ordine i presenti, prima affidandosi ad un più tenue ‘Uno alla volta‘ – l’invito della Gruber a non sovrapporsi durante il dibattito – poi con un più incisivo, ma anche distaccato ‘Guardatevi‘, come a dire: ‘guardate cosa state combinando’.

    Primo tema dello scontro tra Matteo Renzi e Marco Travaglio in TV, a Otto e mezzo, è il lavoro. Ospite in studio, infatti, il premier subito precisa che chi è oggetto dell’aiuto dato alle aziende non torna a casa dopo i primi tre anni, ma continua nel suo impiego a tempo indeterminato.

    Travaglio, però, non ci sta e ricorda a Renzi dell’abolizione dell’articolo 18 e le ‘tutele crescenti’. E’ a questo punto che il presidente del Consiglio rimprovera il giornalista di tifare poco per l’Italia, invitandolo ad ascoltare le sue parole. ‘Voi fate danni, non io, io scrivo‘: la replica piccata della penna del Fatto.

    A Renzi, però, non basta, quindi decide di attaccare frontalmente Travaglio attraverso queste parole: ‘Quello che è diminuito in questi due anni sono le copie de Il Fatto Quotidiano, non i posti di lavoro’.

    La replica di Travaglio prova a riportare al centro del dibattito temi di interesse nazionale: ‘Il Fatto – spiega il giornalista in TV – è pagato con i soldi dei nostri lettori.

    Pensiamo a quello che fate voi con i soldi dei cittadini, che è meglio’.

    Dunque l’invito di Travaglio a Renzi: imparare a dire ‘ho sbagliato’, rimproverando al premier di essere un po’ come Fonzie, il personaggio del telefilm Happy Days che non riusciva mai a riconoscere i propri errori. ‘Non so se faccio Fonzie io, però le suggerirei di non fare Ralph Malph lei‘: questa la replica del primo rappresentante del Governo italiano.

    Insomma, altro che Happy Days, nel senso letterale di ‘giorni felici’: guardando la puntata di Otto e mezzo in questione e finiti i primi effetti-curiosità, subito dopo pare sopraggiunga un velo di malinconia, ormai tipico dei talk show.

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN La 7Otto e mezzo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI