RaiUno censura anche Un Ciclone in Convento

RaiUno censura anche Un Ciclone in Convento

RaiUno censura Un Ciclone in Convento: mai trasmesso un episodio incentrato sulle nozze di due uomini

    Le suorine tedesche di Un Ciclone in Convento non hanno superato la ‘commissione censura’ di RaiUno, che peraltro non perde occasione per riproporre la serie tv anche nei momenti più caldi della garanzia pubblicitaria. Ebbene, mai ci saremmo aspettati che Un Ciclone in Convento avese subito una censura da parte della tv di Stato: eh sì, perché a quanto pare la Rai non ha mai trasmesso l’ottavo episodio della decima stagione (Romeo und Romeo) incentrato su un matrimonio gay celebrato in convento. Non sia mai che qualcuno se ne uscisse un giorno dicendo: “Eh, ma l’ha accettato anche RaiUno“.

    Occhio, anche nelle serie tv più innocenti può insidiarsi il pericolo e non ci si può fidare neanche delle suorine tedesche: sembra quasi di sentirle queste parole nei corridoi di Viale Mazzini, dove – scientemente – si è deciso di cassare un episodio di Un Ciclone in Convento in cui due uomini convolano a giuste nozze addirrittura nella chiesetta del convento. L’episodio, il 125° della lunga serie tedesca, è stato trasmesso in Germania lo scorso aprile, ma qui on è mai arrivato. La cosa ha fatto scattare la deputata del PD Paola Concia, sposatasi proprio quest’estate in Germania con la sua compagna tedesca. “Mi sto muovendo per capire cosa posso fare contro questa vicenda assurda – dice la Concia all’Adnkronos – Mi ha chiamato anche una radio tedesca, erano inorriditi“.

    Beh, in Germania di certo nessun ministro si è mai sognato di attaccare una campagna pubblicitaria dell’Ikea perché contraria ai principi costituzionali della famiglia eterosessuale, a meno che non si fosse deciso a suicidarsi politicamente. Ma in Italia ormai siamo abituati a tutto, purtroppo, e in questo senso la tv non ‘sempre’ aiuta la crescita sociale del Paese.

    RaiUno è comunque fuori dalla realtà, dal sentire comune degli italiani, intenta a far da megafono a un centro destra che è ossessionato dai gay” tuona la Concia, che definisce le puerili censure della Tv di Stato “crociate sterili e inopportune“. “E dire che di fiction che raccontavano amori omosessuali la Rai ne ha trasmesse tante altre (noi ricordiamo solo Il Padre delle Spose, di e con Lino Banfi, n.d.r.)” aggiunge la Concia, che conclude la sua invettiva parlando di “una regressione capitanata da una parte del potere che non rappresenta i cittadini. Su questo non ho alcun dubbio“.

    Nessuna volontà censoria da parte di RaiUno” risponde al volo Mauro Mazza, direttore di RaiUno, che però ‘confessa’ che l’episodio è stato volontariamente ‘messo da parte’, ma non per ‘mera’ censura. “L’imminente avvio della nuova programmazione della rete ci obbligava a togliere un episodio della serie – spiega Mazza in una nota stampa – La scelta di non trasmettere la puntata in questione è stata una scelta editoriale ponderata proprio per evitare qualsiasi tipo di polemica su un tema di grande attualità che non poteva essere banalizzato”. Hai capito!? Vuoi vedere che ci voleva uno speciale Porta a Porta prima e dopo l’episodio per ‘contestualizzarlo’ e non banalizzarlo? Lasciamo perdere…

    548

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI