Raising Hope al via stasera su Fox: parla Greg Garcia (foto e video)

Raising Hope al via stasera su Fox: parla Greg Garcia (foto e video)

Debutta questa sera su Fox Raising Hope, nuova comedy Fox create da Greg Garcia, già dietro a My Name Is Earl, incentrata su un ventenne, Jimmy/Lucas Neff, che si ritrova a crescere una bimba di sei mesi di cui non sapeva nulla

da in Fox, Interviste, Primo Piano, Serie Tv, Serie TV Americane, Sitcom, Video, greg-garcia, Raising Hope
Ultimo aggiornamento:

    Debutta questa sera su Fox (americana) Raising Hope, nuova comedy Fox creata da Greg Garcia, già dietro a My Name Is Earl, incentrata su un ventenne, Jimmy/Lucas Neff, che si ritrova con una figlia di sei mesi di cui non sapeva nulla, frutto di un’avventura di una notte e via con una ragazza (Bijou Philips) che adesso è in prigione: a crescere (non proprio in maniera montessoriana) la piccola, oltre al protagonista, saranno i suoi genitori (Martha Plimpton, Garret Dillahunt) e la nonna svampita Maw Maw (Cloris Leachman).

    Dopo il successo di My Name Is Earl, Greg Garcia ci riprova su Fox con la sitcom Raising Hope, che, va detto, non ha ricevuto recensioni molto positive dai critici che hanno visto l’anteprima: una cosa che non preoccupa lo sceneggiatore, che in un’intervista a TV Squad rivela di fregarsene di quello che pensano i critici.

    Ho pensato fosse interessante vedere un giovane protagonista alle prese con una figlia – spiega il creatore a proposito del concept della serie – e non mi è sembrato per nulla dark aggiungere che lui si trova in questa situazione perché la mamma della bambina ha ucciso delle persone, una cosa che sconterà con la pena di morte”.

    Lo sceneggiatore ha aggiunto di non voler fare una copia di Earl, “questa ha spiegato non sarà una famiglia di criminali, con un protagonista che cerca di migliorare la sua vita mentre il resto dei personaggi no. Si tratta di una famiglia della classe media, gran lavoratrice, che non ha i soldi e la fortuna che si meriterebbe e che si trova a fare i conti con una situazione bizzarra”.

    La storia della serie comunque nata dopo My Name Is Earl, Garcia ha rivelato di voler fare un’altra domestic comedy, ed ha trovato interessante l’argomento del crescere un figlio da parte di un giovane che ha genitori di poco più giovani di lui (Martha Plimpton ha 39 anni), ed una nonna che non sarà lì tutti gli episodi (ma in gran parte di essi) e che non sarà del tutto lucida.

    Hope, benché citata addirittura del titolo, non sarà comunque molto presente della serie, nel senso che la bambina sarà un pretesto per concentrarsi sui piccoli/grandi problemi degli adulti e sulle loro storie: al sito Daemon’s TV, Garcia ha spiegato che ci saranno alcuni episodi baby-centrici, ma che Raising Hope sfrutterà soprattutto il cast adulto.

    Sin dal pilot vedremo inoltre dei flashback, con Jimmy bambino che ci permetteranno di scoprire il protagonista in vari momenti della sua infanzia; almeno ad oggi, inoltre, non ci saranno troppi personaggi ricorrenti come in Earl: “E’ una comedy sul crescere un figlio – ha concluso Garcia – dobbiamo rimanere perlopiù in casa“. Oltre ai cinque protagonisti, vedremo in ruoli ricorrenti “il manager di un negozio di alimentari ed un barbone danzante che gira sui pattini”.

    546

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FoxIntervistePrimo PianoSerie TvSerie TV AmericaneSitcomVideogreg-garciaRaising Hope