RaiFiction, è finita l’era Saccà

RaiFiction, è finita l’era Saccà

Agostino Saccà è stato rimosso dalla direzione di RaiFiction e trasferito alla Direzione Commerciale: questa la decisione presa dal CdA della Rai

da in Agostino Saccà, Attualità, Fabrizio Del Noce, Fiction italiane, Primo Piano, Rai, CdA Rai, intercettazioni, Politica, Rai Fiction
Ultimo aggiornamento:

    Agostino Saccà è stato rimosso dall’incarico di direttore di RaiFiction ed è stato trasferito alla Direzione Commerciale. Al suo posto arriva Fabrizio Del Noce. Queste le decisioni prese nella riunione del CdA Rai di oggi, convocato d’urgenza per il secondo giorno consecutivo. Agostino Saccà, infuriato, annuncia ricorsi.

    Alla fine il CdA è riuscito ad esprimersi in merito al tanto agognato (dal direttore generale Rai, Claudio Cappon) trasferimento di Agostino Saccà dalla direzione di RaiFiction. Riunitosi d’urgenza oggi alle 14.00, il CdA ha approvato la mozione di trasferimento di Saccà con quattro voti a favore e un voto contrario. A favore del trasferimento hanno votato i consiglieri afferenti all’area di centrosinistra, ovvero Sandro Curzi, Carlo Rognoni e Nino Rizzo Nervo, cui si è aggiunto il presidente Claudio Petruccioli. L’unico voto contrario è arrivato da Marco Staderini (UdC), mentre i consiglieri di centrodestra hanno vanamente tentato di far annullare per mancanza di numero legale anche questa sessione. Assente Gennaro Malgieri, gli altri tre membri del CdA del PdL, ovvero Giuliano Urbani, Giovanna Bianchi Clerici e Angelo Maria Petroni, hanno partecipato alla riunione in teleconferenza.

    Al momento della discussione sulla questione Saccà hanno interrotto la teleconferenza, ma il numero legale questa volta non è venuto meno e la decisione è stata presa.

    Agostino Saccà sembra ora in leone in gabbia. “E’ una farsa” ha tuonato alla notizia del suo trasferimento e ha già deciso di ricorrere contro la decisione del CdA, che ritiene “illegittima e infondata”. Convinto di essere nel giusto, continua a sbandierare le illustri amicizie e l’appoggio del centrodestra, sul tutti del Cavaliere che pare lo abbia omaggiato di una sua foto con accorata dedica “Ad Agostino, il più bravo di tutti”.

    Di certo la questione non finisce qui: al di là dell’inchiesta giudiziaria che lo riguarda, trasferita da Napoli a Roma qualche settimana fa e di cui si attende ancora il parere dei giudici circa un suo formale rinvio a giudizio, la querelle con la Rai è destinata ad andare avanti.
    In tutto questo tocca a Fabrizio Del Noce riprendere le redini di uno dei comparti più ‘redditizi’ di Viale Mazzini. Il nuovo incarico, però, non allontana Del Noce dalla direzione di RaiUno, almeno fino a quando non sarà convocato il nuovo CdA e verranno fatte le nuove nomine per i vertici Rai. Fa specie però considerare ache conra una volta i consiglieri di centrodestra hanno cercato di far mancare il numero legale: solo la decisione di Staderini di presentarsi e di votare (come peraltro annunciato nella lettera inviata ieri al presidente Petruccioli) ha permesso che dopo quasi due settimane fosse presa una decisione in merito al trasferimento di Saccà. Che sia giusto o sbagliato non sta a noi deciderlo, ci penseranno i giudici. Intanto però il CdA, seppur mai così diviso, ha fatto una mossa. Attendiamo la controffensiva.

    700

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Agostino SaccàAttualitàFabrizio Del NoceFiction italianePrimo PianoRaiCdA RaiintercettazioniPoliticaRai Fiction