Rai vince la Garanzia Primavera 2010, Mediaset prima sul target 15-64

Rai vince la Garanzia Primavera 2010, Mediaset prima sul target 15-64

Pubblicati i risultati del periodo di garanzia primaverile 2010: Rai e Mediaset cantano vittoria, rispettivamente sul totale individui e sultrget commerciale

    Rai-Mediaset garanzia primavera 2010

    Come sempre sia Rai che Mediaset hanno qualcosa da festeggiare alla chiusura dei periodi di Garanzia Pubblicitaria: quello della Primavera 2010 si è chiuso ufficialmente il 29 maggio per entrambi i poli tv (ormai siamo entrati nell’estate tv) e come da tradizione la Rai si afferma sul totale individui, Mediaset canta vittoria sul target commerciale (15-64 anni), il più appetibile per gli inserzionisti. Di seguito i dati, così come presentati dai poli tv nei loro comunicati stampa.

    Partiamo intanto dal considerare i periodi di garanzia dei due Poli, che non coincidono, come sempre accade: per Mediaset la Primavera 2010 è iniziata il 10 gennaio (con esclusione della settimana di Sanremo, coincisa quest’anno con la settimana dal 14 al 21 febbraio); per la Rai, invece, il conto parte proprio dal 14 febbraio e l’exploit di ascolti di Antonella Clerici al teatro Ariston è stato senza dubbio un ottimo biglietto da visita.

    Consideriamo intanto le reti leader: RaiUno si conferma la rete più vista nel prime time sul totale individui (23,06% di share, superiore di 3,45 punti rispetto a Canale 5 che si ferma al 19,61%), mentre Canale 5 batte l’ammiraglia di Viale Mazzini sul target commerciale (22,9%).
    Sull’intera giornata RaiUno è al 21,26% (sempre sul totale individui) rispetto al 19,81% di Canale 5, di cui però non conosciamo il dato sulla fascia 15-64.

    Fermandoci un attimo in casa Rai, Viale Mazzini esalta i dati di RaiDue “che per il secondo anno consecutivo torna a prevalere su Italia 1 sia nel prime time con il 9.93 di share rispetto all’8.79 che nell’intera giornata con il 9.75” scrivono dall’Ufficio stampa della tv di Stato.
    Nel complesso “in prima serata le reti del servizio pubblico hanno realizzato uno share complessivo del 43,99% con un vantaggio di 5.58 punti di share rispetto alle reti Mediaset ferme al 38,41%, mentre nell’intera giornata le reti Rai hanno raggiunto il 41,88% di share con un vantaggio di 3.33 punti sulle reti Mediaset ferme al 38,55%“.
    Dati che sembrano lievitare ancora un po’ se si considera il platform del dtt nelle aree all digital italiane: “Nel prime time il totale Rai è stato del 46,70% con oltre 10 punti di vantaggio sulle reti Mediaset che hanno registrato il 36,17%. In questa fascia oraria Raiuno ha raggiunto il 23,34% rispetto al 19,11% di Canale 5. Molto importante il risultato dei canali specializzati Rai che hanno ottenuto il 4,77% di share, mentre l’offerta Mediaset ha raggiunto il 3,58%.
    Nell’intera giornata le reti Rai hanno raggiunto il 43,94% rispetto al 35,73% di Mediaset; Raiuno si è attestata al 20,74% contro il 18,86% di Canale 5. Anche nelle 24 ore l’offerta dei canali specializzati Rai ha raggiunto un importante 6,55 di share rispetto al 3,13% dell’offerta Mediaset
    “.

    Dal canto suo Mediaset - penalizzata soprattutto da una stagione fictional non brillante (marcata soprattutto dall’assenza de I Cesaroni, che tornano in replica da questa settimana in attesa della quarta stagione al via in autunno) – ha poco da festeggiare e in effetti si aggrappa a qualunque dato per cantar vittoria.
    Fermo restando che i due poli estrapolano i dati su base diversa (ricordiamo che la Rai si riferisce sempre al totale individui e Mediaset al target commerciale, rispettivi punti di forza) il Biscione il proprio primato sul pubblico 15-64 anni in tutte le fasce orarie principali: “Le nostre reti sono leader in prima serata con il 42,4% e nelle 24 ore con il 42%. Canale 5 è la rete più vista in Italia con il 22.9% in prima serata“, scrivono dall’Ufficio stampa del Biscione.

    Si rileva anche il risultato di Rete 4 sugli over 65 (il 10,6%) e dei canali tematici dtt: “Boing (8° rete nazionale nelle 24 ore sul totale individui) è al primo posto nella classifica delle reti per bambini con una share del 7,2% sul pubblico 4-14 anni nella fascia 7:00-22:00. Iris si aggiudica, nelle 24 ore, lo 0.5% sul pubblico attivo. Premium Calcio, nelle domeniche di Campionato, nella fascia 15:00-17:00, raccoglie il 7.7% e, nel fascia 20:45-22:45, il 4.4% (sempre sul target commerciale)“.
    Mediaset non rinuncia a incrociare dati di rete e di target, esultando per “il picco record del 43.9% dell’accoppiata Canale 5+Italia 1 tra 15 e 24 anni, ovvero tra i più forti frequentatori di piattaforme alternative“.

    Insomma, ce n’è per tutti i gusti…

    748

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI