Rai ‘vince’ la garanzia autunnale 2009

Rai ‘vince’ la garanzia autunnale 2009

Primi risultati del periodo di garanzia autunnale

    Primi risultati del periodo di garanzia autunnale. La Rai canta vittoria, ma come sempre non mancano le anomalie: intanto vediamo i dati Rai, in attesa che arrivino quelli Mediaset.

    Come ogni anno, due volte all’anno, Rai e Mediaset si proclamano vincitrici dei periodi di garanzia. Ma oltre ad esserci una disparità nell’analisi dei dati, con la Rai che ha come dato di riferimento il Totale Individui Auditel e Mediaset che si concentra sul Target Commerciale (dai 16-64 anni), quest’anno c’è anche una diversa suddivisione dei periodi di riferimento.

    Per la Rai, infatti, il periodo di garanzia autunnale 2009 si è aperto il 13 settembre e si è di fatto concluso il 28 novembre: suddivisione quanto meno particolare visto che lascia ‘libero’ il periodo che va dal 29 novembre al 19 dicembre (denominato sui listini con un generico ‘Dicembre 2009′) e parla di Strenne solo dal 20 dicembre al 2 gennaio 2010. Segue quindi un gennaio 2010, senza ancora accenni alla Primavera.
    Mediaset, invece, mantiene una suddivisione più ‘tradizionale’: il suo Autunno 2009 è iniziato il 6 settembre e si conclude il 19 dicembre; seguono le Strenne (20 dicembre – 9 gennaio 2010) e poi una prima fascia di Primavera che va dal 10 gennaio al 27 febbraio. Diciamo che, rispetto allo scorso anno, il primo Canvass Mediaset lascia fuori marzo.

    Chiaro, quindi, che un dato di riferimento disomogeneo e con un’attenzione personalizzata ai risultati tutti possono essere vincitori.

    Ma vediamo i dati diffusi con orgoglio dalla Rai, che si ‘conferma’ leader sia nel prime time che nell’intera giornata.
    42,60% lo share medio raccolto dalla Rai in prima serata, 40,30% nell’arco della giornata tv.
    L’ammiraglia RaiUno resta al primo posto tra le emittenti nel prime time, con uno share del 22,09%, mentre RaiDue si conferma al terzo posto nel panorama tv italiano con il 10,25% di share.

    RaiTre non è da meno con uno share in prima serata del 9,39%.
    Sull’intera giornata in testa c’è RaiUno con 21% di share, mentre RaiDue si ferma al 9,16% e RaiTre si attesta all’8,9%.

    Soddisfatto soprattutto Fabrizio Del Noce: proprio le produzioni RaiFiction hanno contribuito a tenere alta la media della prima serata di RaiUno con Pinocchio, che ha raggiunto un picco del 31,79% (7.722.000 telespettatori), Un Medico in Famiglia 6, che ha registrato nell’ultima serata una media tra le due puntate di 8.597.500 telespettatori e uno share del 32,36%, e Don Matteo 7, conclusosi con oltre il 32% di share con quasi otto milioni di telespettatori. Ottimo traino anche la Nazionale di Calcio e la Formula 1.
    Senza dubbio contento il direttore di RaiUno, Mauro Mazza: “Questo successo conferma che il varietà nella televisione italiana rimane, insieme al grande racconto della fiction, un asse portante della programmazione di prima serata. L’obiettivo è stato raggiunto anche con l’apporto fondamentale dei programmi di approfondimento, dei contenitori quotidiani di intrattenimento e dei grandi appuntamenti sportivi“.

    Si è dichiarato soddisfatto anche il direttore di RaiDue, Massimo Liofredi, che conferma la sua terza posizione, dietro a RaiUno e Canale 5. “In due mesi la nuova RaiDue, senza L’Isola dei Famosi e le partite di Champions, è stata capace di confermare gli ascolti dell’anno scorso e di conquistare alla Rete nuovo pubblico“. A trainare la barca nel daytime ci sarebbero stati Il Fatto del Giorno, condotto da Monica Setta, che ha raddoppiato share e ascolto nel primo pomeriggio, prima devastato da Scalo 76 Talent. “Una scommessa vinta, un successo importante – dice Liofredi della trasmissione della Setta – perché aiuta il pubblico televisivo del pomeriggio a confrontarsi con l’attualità“. E a risollevare le sorti del pomeriggio di raiDue ci ha pensato anche La Signora del West, come riconosce lo stesso Liofredi, che ha toccato punte del 12% di share. E non c’è bisogno di commenti.
    In prime time, invece, gran parte l’avuta AnnoZero, che guadagna rispetto allo scorso anno il 3% di share e circa 800.000 (come rinunciarci?) e in seconda battuta Voyager.

    Ma per i risultati di Mediaset bisogna aspettare ancora: fa in questo senso sorridere il tono trionfalistico con cui si aprono i comunicati Rai di qui vi abbiamo dato conto. “Viva soddisfazione del direttore di Raiuno, Mauro Mazza, per il successo della Rete che si conferma leader degli ascolti televisivi nel periodo di garanzia autunnale, battendo ancora una volta il suo competitor diretto. “Il risultato raggiunto al termine di questa avvincente gara, consente a Raiuno – sottolinea il direttore Mauro Mazza – di rispondere appieno al compito assegnatole“, si legge nel comunicato di RaiUno: ma di quale gara si parla? Periodi diversi, dati diversi: di cosa stiamo parlando?

    864