Rai su Annozero: fuori Vauro e puntata riparatoria

Rai su Annozero: fuori Vauro e puntata riparatoria

La direzione della Rai ha deciso sulla puntata di Annozero dedicata al Terremoto in Abruzzo e andata in onda il 9 aprile 2009: fuori Vauro e puntata riparatoria per domani, giovedi 16 aprile

    Il direttore generale della Rai, Mauro Masi, si è espresso sulla puntata di giovedì 9 aprile di Annozero dedicata al Terremoto in Abruzzo, che ha criticato la tempestività e la puntualità della Protezione Civile. Masi ha sospeso Vauro per le vignette presentate a fine puntata e ha chiesto che nella puntata di domani “siano attivati i necessari e doverosi riequilibri informativi in ordine ai servizi andati in onda dall’Abruzzo“. Al termine del video le vignette di Vauro.

    Vauro viene estromesso dalla Rai: a causarne l’espulsione una vignetta in particolare presentata in chiusura dell’ultima puntata di Annozero, quella fatta in riferimento all’applicazione dell’ormai vecchio Piano Casa del Governo (ora in fase di modifica): “Aumento delle cubature. Dei cimiteri“. Una vignetta giudicata da Mauro Masi, nuovo Direttore Generale della Rai “gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti e in contrasto con i doveri e la missione del servizio pubblico“.

    Nessuna procedura disciplinare per Michele Santoro né per la trasmissione, inizialmente data per ‘cancellata’ per la prossima stagione da Il Riformista e invece confermata da Antonio Marano per settembre con 17 nuove puntate.
    Necessaria per il direttore Masi, però, una puntata di “riequilibrio informativo specificatamente in ordine ai servizi andati in onda dall’Abruzzo“. Non è stato giudicato, invece, squilibrato il dibattitito svoltosi in studio. Il ‘recupero’ è previsto per domani.

    La puntata di giovedì 9 aprile di Annozero, però, ha subito scatenato grandi polemiche: a soli tre giorni dal disastro è stata giudicato inopportuno il tono del programma, fortemente critico nei confronti delle operazioni di soccorso svolte dalla Protezione Civile. Una critica contestata duramente dagli esponenti del governo e in parte anche dell’opposizione, vista soprattutto la grande onda emotiva scatenata dal disastro che a domenica 12 aprile ha contato 294 morti e migliaia di feriti e sfollati.

    Rivediamo in basso alcune parti del programma, dall’apertura di Marco Travaglio ad alcuni servizi realizzati in Abruzzo. La questione, però, è destinata ad avere altri strascichi.

    Marco Travaglio: e qui c’è da tremare, non per le critiche al sistema ma per i dati. Se li avesse dati Vespa si sarebbe già gridato alla validità del giornalismo d’inchiesta.



    Uno dei primi servizi.



    L”accusa’ di Ruotolo



    673

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI