Rai: scoppia il Caso Morgan, che fa marcia indietro

Le dichiarazioni di Morgan hanno fatto scoppiare un putiferio: la Rai sta valutando la possibilità di estrometterlo dal Festival, la politica lo addita come un pessimo esempio che trova indebitamente spazio sulla tv pubblica, mentre l'unica a difenderlo sembra Maria De Filippi

da , il

    L’intervista rilasciata da Morgan a Max, nella quale ha rivelato di consumare quotidianamente cocaina, ha immediatamente agitato la Rai, come immaginabile. Mentre Francesco Facchinetti si dice dispiaciuto per lui e Mauro Mazza ha affermato di essere “Senza parole” e di voler parlare con il direttore artistico di Sanremo 2010 in merito alla partecipazione del cantante al Festival, Morgan cerca di fare marcia indietro. “Sono caduto in una trappola. Sono molto sconcertato ed amareggiato, anzi profondamente addolorato, per non dire disperato, per le frasi che mi sono state attribuite” dice Morgan.

    Morgan confessa la sua dipendenza da cocaina e scoppia il putiferio. La Rai sta valutando l’ipotesi di estrometterlo dal Festival di Sanremo 2010, cui ‘dovrebbe’ partecipare con La Sera. Mauro Mazza, direttore generale della Rai, infatti, appena letta l’intervista – di cui sono stati pubblicati solo degli stralci, visto che Max sarà in edicola solo giovedì – si è dichiarato “allibito” e pronto a convocare il direttore artistico del Festival, Gianmarco Mazzi, rimasto, a suo dire, senza parole. “Non posso far finta di non aver letto quelle dichiarazioni deliranti. Parlerò con il direttore artistico del Festival Mazzi per decidere il da farsi” ha detto Mazza.

    Intanto sono scesi in campo anche i ‘colleghi’ di Morgan, non tutti a suo favore a dire il vero. Francesco Facchinetti si è detto dispiaciuto per lui: “‘Morgan è una persona a cui voglio molto bene e con cui ho condiviso un viaggio importante come X Factor. Leggere quelle cose non è stato sicuramente piacevole“.

    Ci va giù dura, invece, Mara Maionchi: “La cocaina ti fa perdere il lume della ragione, forse quelle dichiarazioni sono proprio frutto di quel tunnel schifoso. Se veramente fosse in quelle condizioni dovrebbe chiedere aiuto. Io ho avuto un momento di depressione mi sono fatta aiutare dai medici, che non ti danno certo la cocaina. La cosa che trovo piu’ allucinante e’ che lui voglia far passare per normale una cosa che e’ aberrante. Mi dispiace per lui: ha fatto una dichiarazione grave e poco intelligente. Non e’ che se prendi la cocaina e diventi John Lennon o David Bowie. Questo deve essere chiaro a tutti“.

    Si sono mossi anche i politici. Giorgia Meloni, ministro della Gioventù, ha trovato le dichiarazioni di Morgan “deliranti”. “Con le sue parole dimostra di essere l’ennesimo cattivo maestro di cui la gioventù’ italiana farebbe volentieri a meno. Mi auguro che in futuro chi trasmette dei messaggi tanto aberranti non trovi nella televisione pubblica un pulpito autorevole da cui ergersi a intellettuale finto-ribelle pagato con i soldi dei cittadini’‘ ha detto il ministro.

    Le ha fatto eco Maurizio Gasparri: “In Italia esistono norme ben precise che, per quanto riguarda le sostanze stupefacenti, vietano la loro propaganda attraverso spettacoli ed esibizioni. La norma fu varata proprio per far si’ che artisti o presunti tali non utilizzassero le loro performance e le loro esternazioni per condizionare negativamente i comportamenti dei giovani. Le parole di Morgan spero inducano i responsabili della Rai e del Festival di Sanremo ad invitarlo a trattenersi a casa per meditare in quale luogo curare il suo stato di tossicodipendente. Farlo esibire in una manifestazione di grande richiamo popolare appare a questo punto assai poco opportuno. Confidiamo in una decisione rispettosa della legge da parte di chi ha questa responsabilità. Scelte diverse apparirebbero incomprensibili, diseducative e in contrasto con le norme vigenti“.

    Insomma per Morgan si fa avanti lo spettro dell’esclusione dal Festival. Ma poco fa è arrivata la smentita del cantante che ha cercato con un’agenzia di chiarire la sua posizione, dicendosi sostanzialmente caduto in una trappola ordita dal giornalista, che ha carpito a ‘tradimento’ l’intervista. “Sono molto sconcertato ed amareggiato, anzi profondamente addolorato, per non dire disperato, per le frasi che mi sono state attribuite – dichiara Morgan in una nota stampa – L’intervista mi è stata sostanzialmente carpita, io penso esattamente il contrario: la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all’uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione. E certo non mi sognerei mai di divulgare come insegnamento o consiglio per i giovani l’uso di stupefacenti. Forse mi è stata tesa una trappola e ci sono caduto ingenuamente. Non ho mai nascosto certe mie debolezze in quanto persona autentica e sensibile, quindi tutti sanno di certi errori commessi in passato di cui ho anche parlato con delicatezza nelle mie canzoni e non certo nel modo strumentale e errato dell’articolo”. Ma ”il mio presente è quello di una persona felice che collabora con i giovani in modo costruttivo e la mia modalità è sotto gli occhi di tutti perché quotidianamente insegno e lavoro con i giovani in modo serio“.

    Basterà questo per evitargli l’esclusione dal festival e l’estromissione dalla Rai? L’unica a spezzare una lancia in suo favore è proprio Maria De Filippi, indicata nell’intervista come la massima espressione della cattiveria tv: è certa che quella dichiarazione è frutto di un equivoco. “Forse un giorno ci conosceremo e spero che anche lui potrà apprezzare il mio lavoro come io apprezzo il suo” ha detto la De Filippi.

    Staremo a vedere come andrà a finire.