Rai o Parlamento? Il consigliere Antonio Verro ‘sceglie’ la Rai (per ora)

Rai o Parlamento? Il consigliere Antonio Verro ‘sceglie’ la Rai (per ora)

Antonio Verro rassicura: fin quando la Commissione sull'Incompatibilità non decreterà qualcosa, lui manterrà il doppiio incarico di parlamentare e consigliere Rai, dedicandosi però esclusivamente al servizio pubblico e astenendosi dai lavori parlamentari

    Antonio Verro Rai Parlamento

    Negli ultimi giorni i già solitamente convulsi corridoi di Viale Mazzini sono stati agitati dal caso del consigliere Antonio Verro (area Pdl) subentrato al sindaco di Brescia alla Camera dei Deputati. Le opposizioni hanno immediatamente gridato allo scandalo per l’incompatibilità del doppio incarico, ‘invitando’ il consigliere a scegliere, o la Rai o il Parlamento. Verro, però, attende il pronunciamento del Comitato per le incompatibilità, ma ‘rassicura’: Mi asterrò dal prendere parte ai lavori parlamentari, sia in Aula che nelle Commissioni, e che mi dedicherò, come fatto negli ultimi tre anni, esclusivamente al servizio pubblico radiotelevisivo.

    Politica scatenata intorno alla Rai: mentre Lorenza Lei presenta alla Commissione di Vigilanza Rai il Piano Industriale per il prossimo treinno, Viale Mazzini è agitata dalle polemiche per il ‘doppio incarico’ al momento ricoperto dal consigliere di maggioranza Antonio Verro, nominato parlamentare in virtù dell’uscita di scena del sindaco di Brescia, che ha preferito la sua comunità agli scranni della Camera di fronte all’incompatiblità del doppio incarico.

    Lo ‘spettro’ dell’incompatibilità si concretizza anche per Verro: immediata la richiesta di ‘dimissioni’ da una delle due poltrone da parte dei ‘colleghi’ consiglieri di centrosinistra, ma Verro temporeggia e decide di attendere il pronunciamento del Comitato per le incompatibilità, chiamato a investigare sul suo caso.

    Nell’attesa che si svolgano le procedure previste dal Comitato per le incompatibilità e in considerazione che i tempi istituzionali previsti porteranno per un breve periodo a sovrapporre il mio incarico di parlamentare a quello di Consigliere di Amministrazione della Rai, desidero comunicare che in tutto questo arco di tempo mi asterrò dal prendere parte ai lavori parlamentari, sia in Aula che nelle Commissioni, e che mi dedicherò, come fatto negli ultimi tre anni, esclusivamente al servizio pubblico radiotelevisivo: così Antonio Verro – in una nota diffusa anche dall’Ufficio Stampa della Rai – spiega di voler dare ‘precedenza’ al suo incarico alla Rai, dichiarando di non partecipare ai lavori parlamentari (uhm).

    Verro aggiunge e sottolinea che ‘non ci sono norme o regole‘ che glielo impongano: Si tratta di una decisione puramente personale che, anche se per un lasso di tempo molto breve, ho ritenuto, in nome della trasparenza, comunque doverosa. Una scelta questa che Verro definisce ‘serena e convinta, fatta nel rispetto della prassi e delle regole istituzionali ma presa anche per tutelare l’azienda e il suo vertice da attacchi e polemiche del tutto strumentali‘.

    In concusione Verro aggiunge che ‘la Rai e i dipendenti del servizio pubblico, specialmente in un momento così delicato, meriterebbero dalla politica un’attenzione diversa e, al riguardo, riterrei auspicabile che in Parlamento si desse inizio quanto prima ad una riflessione comune sul futuro del suo sistema di governance‘.
    Ed è appunto questo un altro tema caldo tra Rai e politica: Monti ha già annunciato di voler procedere quanto prima a una riforma della governance del servizio pubblico – ‘ostacolato’ dai maggiorenti del PdL come Cicchitto e Gasparri – anche perché a marzo scade il mandato dell’attuale CdA. Proprio a questo proposito Pierluigi Bersani in queste ore ha dichiarato di non voler ‘entrare’ nel CdA Rai se prima non dovessero essere fatte le necessarie riforme: Sia chiaro che a marzo, se capita ancora di fare il CdA Rai con i partiti, io non partecipo, ha detto il leader il PD a Panorama, preannunciando un’astensione del suo partito dalla ‘spartizione’ dei consiglieri. Mah, vedremo…

    622

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RaiAntonio VerroCdA Rai

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI