Rai: minacce e proiettili per Santoro, Travaglio, Gomes e Barbacetto

Rai: minacce e proiettili per Santoro, Travaglio, Gomes e Barbacetto

Quattro proiettili sono stati inviati alla redazione di RaiTre, destinati a Michele Santoro, Marco Travaglio, Peter Gomez e Gianni Barbacetto

da in Attualità, Informazione, Marco Travaglio, Michele Santoro, Rai 3
Ultimo aggiornamento:

    Michele Santoro proiettili

    Una busta con lettere minatorie e quattro proiettili è stata recapitata ieri alla redazione di RaiTre di Via Teulada a Roma. I quattro proiettili e le lettere contenute nel plico sono indirizzati a Michele Santoro, Marco Travaglio, Peter Gomez e Gianni Barbacetto. La Digos sta indagando, non scartando, ovviamente, che si tratti del gesto di un mitomane. Intanto non mancano le attestazioni di solidarietà ai giornalisti minacciati: tra queste anche quella del consigliere Rai Antonio Verro e del leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro.

    Episodio decisamente grave, ma purtroppo non inconsueto, quello verificatosi ieri nella redazione di RaiTre, che si è vista recapitare un plico contenente quattro proiettili e altrettante lettere minatorie destinate a Michele Santoro, Marco Travaglio, Peter Gomez e Gianni Barbacetto.

    In attesa degli sviluppi dell’indagine condotta dalla Digos, sono state molte le attestazioni di solidarietà giunte ai giornalisti nel mirino.

    Tra i primi ad intervenire il consigliere di maggioranza Rai Antonio Verro: “Vorrei esprimere la mia solidarietà a Santoro e agli altri giornalisti e condannare questo gesto insensato e incivile con la massima fermezza” ha scritto Verro in una nota, aggiungendo che “la dialettica politica non deve mai lasciare il passo ad azioni che puntano esclusivamente a creare un clima di odio e di intolleranza“.

    Esprime la sua vicinanza ai quattro giornalisti anche Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori: “Auspichiamo che le forze dell’ordine e la magistratura facciano al più presto luce su questa inquietante vicenda. In questo momento così delicato in cui l’informazione libera e l’articolo 21 della Costituzione sono costantemente bersagliati da chi vorrebbe calpestarli, occorre che le istituzioni mantengano alta la guardia e che la politica si faccia garante del diritto dei cittadini ad essere informati“. E aggiungiamo che di questi tempi a minare la libertà di stampa e di espressione in Rai bastano alcune proposte presentate alla Commissione di Vigilanza Rai.

    355

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàInformazioneMarco TravaglioMichele SantoroRai 3