Rai leader dell’Autunno tv (e manca ancora l’ultima di Fiorello)

da , il

    Ascolti autunno 2011_Rai

    Il periodo di Garanzia Autunnale della Rai si è chiuso formalmente lo scorso 3 dicembre, anche se il palinsesto autunnale sarà in vigore fino al 17, e Viale Mazzini ha già pubblicato i risultati Auditel della stagione per sottolineare il successo registrato sul diretto competitor, Mediaset. Anche il Biscione ha chiuso la Garanzia Autunnale lo scorso 3 dicembre. Diamo un’occhiata ai dati diffusi dalla Tv di Stato.

    Prima di addentrarci nel dettaglio dei dati d’ascolto del Periodo di Garanzia Autunnale 2011 diffusi dalla Rai vale la pena fare un paio di premesse. La prima – che facciamo sempre nel presentare i risultati stagionali – è che la Rai tende a presentare le medie d’ascolto in funzione del totale telespettatori, forte della sua penetrazione nelle fasce più agée della popolazione tv, mentre Mediaset punta essenzialmente a valorizzare i risultati registrati nel target commerciale (15-64 anni). La seconda è che i periodi di garanzia hanno tradizionalmente durate diverse: l’offerta dell’Autunno 2011 è iniziata per la Rai l’11 settembre e si concluderà il 17 dicembre, anche se la garanzia è ‘scaduta’ il 3, mentre per Mediaset il periodo di garanzia è partito il 28 agosto e si è chiuso il 3 dicembre. La Rai, però, ha deciso di precorrere i tempi presentando oggi i risultati del periodo 18/9-3/12.

    La Rai celebra la sua 16ª vittoria consecutiva in prima serata e la 15ª vittoria consecutiva nelle 24 ore, come riporta la nota stampa ufficiale diramata da Viale Mazzini. In attesa di confrontare i dati Rai con quelli Mediaset (lo diciamo sempre, i dati si offrono a mille letture), vediamo come la Rai descrive questo Autunno di successi.

    La Rai dichiara, sommando le medie di tutta la sua offerta, una media del 40,4% di share in prime time e il 40% nell’intera giornata (qui i risultati Rai dell’Autunno 2010): dati che Viale Mazzini ci tiene ad inquadrare il dato nel panorama sempre più competitivo del DTT. Peraltro i canali dtt Rai registrano nell’autunno 2011 il 4,6% di share nelle 24 ore e quasi il 4% in prime time, con un +1,8% e +1,5% rispetto al 2010. Nelle aree all digital la Rai si dichiara complessivamente leader dell’intera offerta tematica free superando il 6% di share nell’intera giornata e il 5% in prime time con incrementi di oltre 2 punti % rispetto al 2010. In queste aree il Gruppo Rai è leader nelle 24 ore con 5 tra i 10 canali specializzati più visti, con Rai 4 e Rai Premium occupano rispettivamente la 2° e la 3° posizione.

    Ma torniamo ai dati della tv generalista: RaiUno registra nell’autunno 2011 il 18,9% medio di share sull’intera giornata (20,4% nell’Autunno 2011) e il 19,1% in prime time (contro il 20,6% dell’anno scorso). In questo senso, nonostante il fenomeno Fiorello e la fedeltà del pubblico all’offerta fictional, la media sul totale telespettatori non arriva al 20%. Del resto, se cresce la concorrenza del dtt (pay e free) e crescono gli ascolti delle reti tematiche Rai da qualche parte il pubblico dovrà migrare: e le generaliste dei due principali poli tv non possono che pagarne il fio.

    RaiDue ottiene circa l’8% sia in prime time che nell’intera giornata: inesorabile il calo della rete, che in prime time non può contare più sulle medie di Annozero, che ha vissuto il flop di Star Academy e che si regge essenzialmente sulle serie tv Usa. L’anno scorso RaiDue fece registrare il 10,5% in prima serata e il 9,1% sull’intera giornata. La Rai, però, specifica che si tratta di risultati previsti in un’ottica comunque di generale rafforzamento e riposizionamento dell’intera offerta che si avvierà con il nuovo progetto editoriale a partire dal prossimo inverno.

    Va meglio RaiTre, che si attesta sull’8,8% di share nell’intera giornata e supera il 9% di share in prime time, anche se in calo rispetto allo scorso anno, che vide l’exploit di Vieni Via con Me in prima serata e che terminò con il 9,4% in prima serata e il 9% di share nell’intera giornata. RaiTre diventa, comunque, la terza rete più vista a livello nazionale in entrambe le fasce orarie e supera (forse per la prima volta) RaiDue.