Rai in vantaggio su Mediaset e nel 2010 pay per view

Rai in vantaggio su Mediaset e nel 2010 pay per view

Mauro Mazza ha esposto alla Commissione di Vigilanza Rai i dati incoraggianti per il periodo di Garanzia Autunnale e dichiara di non voler inseguire il Grande Fratello e di pensare al teatro in prima serata nella prossima stagione

    Mauro Mazza direttore di RaiUno

    Mauro Mazza ha esposto alla Commissione di Vigilanza Rai i dati incoraggianti per il periodo di Garanzia Autunnale, che vede al momento Rai Uno superare Canale 5. Dichiara di non voler inseguire il Grande Fratello e di pensare al teatro in prima serata nella prossima stagione. Intanto la Rai è intenzionata a lanciare la sua pay per view digitale.

    Il direttore di RaiUno, Mauro Mazza, ha relazionato alla Commissione di Vigilanza Rai sui primi risultati della rete nel periodo di Garanzia Autunnale che terminerà nella prima settimana di dicembre: stando ai dati Rai (che come ricordiamo considera il totale individui Auditel e non il target commerciale su cui punta Mediaset), l’ammiraglia di Viale Mazzini ha un mezzo punto di share di vantaggio sul diretto competitor, Canale 5, con un 21,41% contro il 20,97%. Un dato aggiornato a martedì 27, che quindi tiene in considerazione il 31% di share raggiunto dalla prima puntata del Grande Fratello 10. Ma nonostante la terribile concorrenza del reality, Mazza si è detto deciso a non ‘inseguire’ Canale 5 sul terreno del GF10 tantomeno perseguire la linea della ‘pruderie’: “Se si indugia su temi corrivi e si invitano persone che si segnalano per la loro stravaganza è fatale che gli ascolti crescano, ma non credo che il servizio pubblico debba seguire questa linea” ha detto Mazza alla Commissione, spingendola, però, a farsi promotrice persso il Parlamento di iniziative concrete per la riduzione dell’evasione del canone, problema sempre più sentito considerato il grave disavanzo economico che si prevede nel prossimo triennio.

    Proprio per limitare i ‘danni’ previsti, l’Agcom, nello stilare le linee guida del contratto di servizio della Rai prossimo al rinnovo, apre a Viale Mazzini la possibilità della tv pay per view. Possibilità in realtà già prevista dall’attuale contratto ma che potrebbe essere potenziata.

    Il Velino delinea in maniera dettagliata i possibili scenari, ma del resto l’unica concreta possibilità per il pay per view Rai passa per il Digitale Terrestre, visto che la piattaforma TivùSat non prevede offerta a pagamento. Per quanto riguarda i contenuti, lo sport resta uno dei terrenti più fertili per gli abbonamenti, considerati anche gli alti costi dei diritti tv. Un esordio della pay per view Rai potrebbe avvenire già nel 2010: staremo a vedere.

    466

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI