Rai, il tribunale rigetta il ricorso contro Ruffini

Rai, il tribunale rigetta il ricorso contro Ruffini

Paolo Ruffini confermato direttore di RaiTre: il Tribunale del Lavoro di Roma ha rigettato il ricorso della Rai contro la sentenza di reintegro dello scorso 28 maggio

    Paolo Ruffini

    Il Tribunale del lavoro di Roma ha rigettato il ricorso presentato dalla Rai contro la sentenza di reintegro espressa a favore di Paolo Ruffini lo scorso 28 maggio: l’ex direttore di RaiTre, poi sostituito con Antonio Di Bella, quindi tornato alle sue mansioni come deciso dai giudici, resta definitivamente al suo posto per decisione della magistratura. Adesso sul piede di guerra scende Di Bella, intenzionato a recuperare una collocazione degna della direzione di RaiTre.

    Il Tribunale del Lavoro di Roma ha rispedito al mittente il reclamo proposto dalla Rai contro l’ordinanza del 28 maggio scorso con la quale Paolo Ruffini era stato reintegrato nelle funzioni di direttore di RaiTre. Un ritorno alla direzione di RaiTre che per il dg Mauro Masi era sostanzialmente temporaneo, in attesa del ricorso presentato dalla Rai lo scorso 8 giugno e al quale ha dato oggi risposta il tribunale di Roma.

    Masi aveva dichiarato che l’ordinanza del reintegro “era totalmente infondata in fatto e in diritto”, considerato che non di ‘rimozione’ si trattava, ma di un “normale avvicendamento aziendale”. Era quindi sicuro che il ricorso della Rai sarebbe stato accettato, cosa invece che non si è verificata, come ha annunciato poco fa il legale di Ruffini.

    Per un caso che si chiude un altro è ormai aperto: si tratta della questione Di Bella ,cui era toccato il compito di prendere il posto di Ruffini, messo in stand-by dall’azienda in attesa della sentenza giunta oggi. Anche lui è pronto a una causa per il reintegro nelle sue mansioni, o almeno ad incarichi equivalenti: l’ufficio legale di casa Rai non riposa mai.

    311

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI