Rai: ‘Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend è nella storia della tv’

La Rai gongola per i risultati Auditel della prima puntata de #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend e riempie Fiorello di complimenti

da , il

    Fiorello_Mazza_ilpiugradespettaclodopoilweekend

    Non appena sono usciti i dati Auditel, i vertici Rai hanno rilasciato note stampa entusiastiche per celebrare il grande successo della prima puntata de Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend, che ha conquistato una media di 9,7 milioni di telespettatori e ha sfiorato il 40% di share. Un record assoluto d’ascolto per RaiUno, come sottolinea il direttore di rete Mauro Mazza, che mantiene la promessa e stappa lo champagne. Dal canto suo il Presidente della Rai Garimberti parla di uno show destinato ad entrare nella storia della Rai, mentre il dg Lorenza Lei, oggetto delle sue parodie, legge in Fiorello la dimostrazione che la Rai sa fare servizio pubblico. Beh, il dg forse ha travisato qualcosa, ma di certo Fiorello sa fare il suo lavoro.

    Le congratulazioni dei vertici Rai a Fiorello per #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend sono arrivati dopo la pubblicazione dei dati Auditel, ma ci auguriamo sinceramente che le attestazioni di stima verso lo showman siciliano siano giunte da Viale Mazzini già subito dopo lo show. Troppo facile festeggiare con quasi 10 milioni di telespettatori e uno share ‘strepitoso’ (come ha detto Mazza), che sfiorando il 40% entra nella storia di RaiUno.

    Ma vediamo cosa hanno dichiarato i vertici Rai dopo aver letto gli ascolti: il direttore di RaiUno Mauro Mazza condivide con tutta la Rai l’orgoglio e la soddisfazione per lo straordinario successo di Fiorello di ieri sera e sottolinea che si tratta di un record assoluto d’ascolto che consacra l’artista mattatore assoluto, protagonista di un evento che premia, con lui, la nostra scelta di mettere in campo una potente macchina editoriale e produttiva degna di una grandissima azienda televisiva.

    Soddisfatto e orgoglioso del risultato anche il Presidente della Rai Paolo Garimberti, che cita la parodia di X Factor (con un pizzico di masochismo o forse con la volontà di pungere chi ha deciso la cancellazione del talent show da RaiDue): Un Fiorello formato ‘mundial’ che, visti gli ascolti, entra di diritto nella storia della Tv. Fiorello ha dimostrato che quando si declina la qualità, per dirla con Morgano e Ariso, ‘si arriva’. Un grazie convinto dunque a lui e a tutto il personale Rai che ha consentito a questo eccezionale artista di tornare tra le braccia del suo numerosissimo pubblico televisivo a distanza di tanti anni. Un matrimonio, quello tra Fiorello e il Servizio Pubblico, che ha sempre funzionato: speriamo che duri il più a lungo possibile.

    Entusiasta perfino Antonio Verro, consigliere di maggioranza Rai noto per i suoi giudizi tranchant (capace di gettare un’ombra anche sul successo di Sanremo 2011): Un successo straordinario e meritato quello di Fiorello, un artista completo e brillante che riesce a farci ridere tutti senza mai scadere nella banalità e nella volgarità. È oramai parte della storia della televisione e sono certo che anche la sua mamma, come il sottoscritto, auspichi per lui un futuro ancora più ricco di trionfi qui in Rai. Si sentiva il bisogno del ritorno al grande varietà e, come dimostrano i numeri, gli alti ascolti premiano non solo la qualità ma anche il coraggio di sperimentare e di rinnovare un genere che sembrava quasi destinato a dissolversi nella televisione dei reality.

    Ma cosa c’entra il riferimento alla mamma in una nota ufficiale? Mah…

    Verro conclude complimentandosi con l’Azienda: I miei più vivi e sentiti complimenti, oltre che ovviamente al Direttore Generale e al Direttore di RaiUno, vanno anche agli autori, ai tecnici e a tutta la produzione che con la loro professionalità hanno reso unico questo programma dimostrando ancora una volta il valore della nostra azienda. Che sia arrivato tardi in studio e non abbia sentito l’inizio della puntata, dedicata alle dimissioni di Berlusconi?

    Chiudiamo con il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, che ha puntato da subito al ritorno di Fiorello in tv e che è diventata oggetto di una magnifica parodia. Nel comunicato, redatto non in prima persona, fa sapere di aver sentito Fiorello in mattinata per ringraziarlo e commentare con lui lo straordinario successo di pubblico ottenuto nella prima puntata del #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend. E’ sempre più difficile raggiungere risultati come quello che Fiorello ha fatto registrare ieri sera – scrive il dg – Sfiorare il 40% di share con circa 10 milioni di telespettatori di media e raggiungere punte del 49% con 12.800.000 telespettatori sono risultati che si commentano da soli.

    Ma poi il dg ‘scivola’, definendo il varietà di Fiorello esempio di ‘servizio pubblico’: La Rai ha dimostrato ancora una volta di saper svolgere appieno il suo ruolo di Servizio Pubblico, da una parte raccontando in tempo reale l’emergenza alluvione e la crisi politico-economica nazionale e internazionale, dall’altra offrendo ad una platea così vasta un nuovo grande evento televisivo che sicuramente resterà negli annali della televisione, scrive il Dg. Una forzatura onestamente criticabile, per molti aspetti, che non rende giustizia a Fiore, viste le polemiche che ancora attraversano la gestione dell’informazione Rai, soprattutto di RaiUno e soprattutto in merito all’attualità politica ed economica.

    Noi vi lasciamo con la rassegna stampa di Fiorello di oggi, che nonostante la faticata ha raggiunto in mattinata il suo edicolante di fiducia, Cesare, da tempo personaggio web ora assurto alla celebrità tv.