Rai, i giornalisti del Gr in stato d’agitazione

I giornalisti dei GR sono in stato d'agitazione: è una delle prime conseguenze del piano di ristrutturazione di RadioRai approvato ieri dal CdA Rai

da , il

    Radio Rai

    I giornalisti dei GR sono in stato d’agitazione: è una delle prime conseguenze del piano di ristrutturazione di RadioRai approvato ieri dal CdA Rai.

    Come scrive questa mattina Il Giorno, il direttore generale della Rai, Mauro Masi, sembra voler servirsi di Radio Rai per distribuire poltrone e calmare i desideri di ‘potere’ delle varie compagni politiche che fanno pressione per ottenere ‘un posto al sole’. Da qui nascerebbe il piano di ritrutturazione del comparto radiofonico, che prevede uno ‘spacchettamento’ di reti e testate per accrescere il numero di direttori, che da tre diventerebbero quattro. Il CdA ha approvato la proposta, a condizione, però, che ciò non comporti un aggravio di spese: una precisazione importante, che rende il tutto un po’ difficile da realizzare.

    Intanto l’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, è già sul piede di guerra: l’assemblea dei giornalisti dei Giornali Radio ha indetto un’assemblea e ha annunciato lo stato d’agitazione permanente, dichiarandosi pronta allo sciopero per protestare contro la moltimplicazione delle testate. L’estate della Rai si fa sempre più calda.