Rai, finalmente le nomine: Antonio Di Bella torna a RaiTre, Marcello Masi direttore del Tg2

Dopo mesi di tira e molla, il CdA rai provvede finalmente alle nomine dei nuovi direttori di RaiTre e del Tg2: alla guida di RaiTre va Antonio Di Bella, alla direzione del Tg2 Marcello Masi

da , il

    Antonio di Bella RaiTre

    Il CdA Rai ha finalmente approvato il pacchetto nomine che latitava da mesi sulle scrivanie di Viale Mazzini. Non si è trattato di una votazione tranquilla, visto che non c’è stata l’unanimità e che sui nomi più delicati, ovvero quelli del direttore di RaiTre e del direttore del Tg2, i consiglieri di maggioranza di sono astenuti. In ogni caso Antonio Di Bella torna alla direzione di RaiTre, mentre Marcello Masi conquista la guida del Tg2, come richiesto dal Comitato di Redazione della Testata. L’interim di Masi era scaduto lo scorso 23 settembre, era necessaria ormai una nomina definitiva.

    Partiamo proprio dalle nomine più delicate, quelle di Antonio Di Bella e di Marcello Masi, ora direttori, rispettvamente, di RaiTre e del Tg2.

    Per Antonio Di Bella si tratta di un ‘ritorno’: già tempo fa, infatti, il CdA lo aveva nominato direttore di RaiTre, spodestando con un atto di forza l’allora direttore Paolo Ruffini, che ricorse al Tribunale del Lavoro e ottenne poi il reintegro nelle sue funzioni. Ora che Ruffini è in partenza per La7, dove assumerà l’incarico di direttore il prossimo 10 ottobre, il CdA ha deciso di riaffidarsi a Di Bella. Non senza polemiche, però, visto che al momento della voltazione i consiglieri di maggioranza si sono astenuti e Petroni ha addirittura lasciato l’aula.

    Stesso ‘trattamento’ ha ricevuto Marcello Masi, da qualche mese direttore ad interim del Tg2 e il cui mandato era scaduto lo scorso 23 settembre. La poltrona della direzione del Tg2 era vacante da marzo scorso, nonostante le proteste del CdR del Tg2 che ha poi caldeggiato la nomina a direttore di Masi, dopo gli interim del vicedirettore Mario De Scalzi. Anche Masi non ha avuto l’avallo della maggioranza, astenutasi durante il voto. Masi e Di Bella, quindi, hanno ottenuto l’incarico grazie ai quattro voti a favore, da parte dei tre consiglieri di opposizione e del Presidente della Rai Paolo Garimberti.

    Le altre nomine ratificate oggi dal CdA Rai sono quelle di Giovanni Miele a Gr Parlamento, di Gianni Scipione Rossi a Rai Parlamento e di Roberto Nepote a Rai Gold. In questo caso, invece, le nomine sono passate a maggioranza con i cinque voti dei consiglieri di centrodestra. Difficile non pensare a un accordo (del tipo ‘Noi facciamo passare i tuoi, voi fate passare i vostri’), evidentemente unico modo di uscire dall’impasse che ha bloccato le nomine per mesi. Il Cda Rai non può essere più spaccato di così.