Rai e Amministrative 2011: proiezioni di voto solo per 4 città?

La Rai potrebbe fornire le proiezioni di voto per le Amministrative 2011 solo per Milano, Torino, Bologna e Napoli

da , il

    spoglio tv rai

    Le Elezioni Amministrative del 15 e 16 maggio si avvicinano a grandi passi e ieri il Consiglio di Amministrazione Rai ha discusso con il direttore generale Mauro Masi il da farsi pr la copertura informativa del dopo voto. Stando ad alcune indiscrezioni, la Rai non dovrebbe rinunciare alle proiezioni di voto (come invece anticipato qualche giorno fa da Repubblica) ma dovrebbe limitarle alle quattro grandi città impegnate nella tornata elettorale, ovvero Milano, Torino, Bologna e Napoli. Una riduzione dovuta alla necessità di contenere i costi.

    Dopo le polemiche scoppiate qualche giorno fa a seguito di un articolo di Repubblica (polemiche definite da Masi “inutili” e pregiudizievoli), la questione delle proiezioni di voto per le Ammistrative di metà maggio è stato affrontato nella seduta del CdA Rai di ieri. Il Direttore Generale non avrebbe intenzione di cassare le proiezioni di voto (diversi dagli exit-poll, ovvero i sondaggi raccolti a urne ancora aperte sul voto appena espresso, oggetto spesso di ‘burle’ da parte degli intervistati che hanno talvolta creato dibattiti tv fuorivianti e paradossali), ma di limitarli alle quattro grandi città chiamate all’elezione del nuovo sindaco.

    Fuori dalla copertura tv della Rai, quindi, i capoluoghi di regione Trieste e Cagliari e l’andamento dello spoglio per le Provinciali di Reggio Calabria, Ravenna, Trieste, Gorizia, Mantova, Pavia, Macerata, Campobasso, Vercelli, Lucca, Treviso. Una scelta motivata dall’esigenza di risparmiare e quindi di stringere accordi con gli istituti di statistica meno onerosi.

    Se così fosse, per avere un quadro completo sull’andamento dei risultati elettorali i telespettatori italiani dovrebbero per forza rivolgersi alle emittenti private free e pay. Staremo a vedere.