Rai Due, per il direttore Teodoli è ancora la rete giovane e della musica

Il direttore di Rai Due, Angelo Teodoli, parla dell'offerta della sua rete per la prossima stagione

da , il

    In un’intervista rilasciata a Radiocorriere TV, Angelo Teodoli, direttore di Rai Due, ha parlato dell’offerta che il canale presenterà al pubblico quest’anno. Teodoli, già responsabile dei palinsesti Rai, sta concentrando il suo lavoro in particolar modo sulla programmazione, per dare finalmente alla seconda rete quell’identità precisa che manca ormai da troppo tempo.

    La stagione televisiva è alle porte e Angelo Teodoli, direttore di Rai Due, scopre le carte. Per Teodoli, già vicedirettore di Rai Uno ai tempi di Fabrizio Del Noce, si tratta della prima stagione intera alla guida della rete. Teodoli, che prima di dirigere Rai Due si occupava di palinsesnti, è intervenuto deciso sulla programmazione della rete: “Ho cercato di sistematizzare l’offerta, soprattutto nel prime time. Una serata è dedicata all’informazione e per il resto spazieremo sull’intrattenimento“.

    La serata dell’informazione sarà quella consueta del giovedì, occupata in passato da Michele Santoro; quest’anno, invece, ci sarà Nicola Porro con il suo Virus. Anche se la trasmissione non è partita bene, complice anche il debutto estivo, Teodoli vi ripone ancora fiducia: “È un programma che ha bisogno di rodaggio, ma il pubblico lo seguirà volentieri“. Per gli appassionati di economia, ritornerà in seconda serata 2Next – Economia e futuro con Annalisa Bruchi.

    Per quanto riguarda l’intrattenimento, sarà la musica a farla da padrone nei palinsesti di Rai Due. Al ritorno di Emozioni, racconto sentimentale della carriera di grandi artisti, verrà affiancato Unici, una nuova collezione dedicata a giganti della musica come Mina e Francesco Guccini. Inoltre, anche Linus tornerà su Rai Due con un programma ricco di ospiti musicali. E per la notte di Capodanno, un evento speciale: il concerto di Vasco Rossi.

    Sempre a proposito di musica, non poteva essere non citato The Voice, programma di cui Teodoli ha seguito la gestazione da prima ancora di diventare direttore di rete e per cui rifiuta l’etichetta di talent show: “The Voice è The Voice e basta. Un percorso educativo sulla voce, un percorso di crescita“. Forte del successo ottenuto nella scorsa stagione, il programma tornerà in primavera; la rete vorrebbe mantenere i giudici della prima edizione, che dovranno però confermare la loro disponibilità.

    Teodoli snocciola poi il resto dell’offerta di Rai Due: “Ritornano Pechino Express, l’adventure game reality condotto questa volta da Costantino Della Gherardesca, e Un minuto per vincere, con Nicola Savino. Poi c’è un nuovo programma, dove il comico Maurizio Battista racconterà quattro delle cittå più gradite agli italiani: Miami, Berlino, Barcellona e Buenos Aires“. Torneranno anche Made in Sud e la webseries portata in tv Ombrelloni; l’esperimento continuerà con Una mamma imperfetta.