Rai Due, per Belpietro un programma anti-Annozero

Maurizio Belpietro è in trattativa con la Rai per un programma d'informazione di prima serata: si tratterebbe dell'ormai 'famosa' risposta ad Annozero, richiesta dalla Rai per bilanciare la trasmissione di Michele Santoro

da , il

    Maurizio Belpietro è in trattativa con la Rai per un programma d’informazione di prima serata: si tratterebbe dell’ormai ‘famosa’ risposta ad Annozero, richiesta dalla Rai per bilanciare la trasmissione di Michele Santoro.

    Il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio conferma le voci da tempo circolanti su un programma d’informazione della Rai affidato a Maurizio Belpietro, già ospite fisso di Annozero in fuzione di ‘controcanto’ a Santoro e Travaglio. Belpietro non smentisce, anzi dichiara l’esistenza di un progetto in discussione, anche se non si sbilancia su date ed effettiva realizzazione. Travaglio parla di una nuova edizione de L’Antipatico, programma già andato in onda su Mediaset qualche anno fa, è preannuncia anche una data d’esordio, mercoledì 9 dicembre su RaiDue: in pratica inizierebbe al termine di X Factor 3. Ospiti fissi Pietrangelo Buttafuoco e Filippo Facci, mentre potrebbe comparire anche Maurizio Costanzo, che a fine anno chiude il suo Maurizio Costanzo Show su Canale 5 e si trasferisce su RaiDue; il suo spazio sull’ammiraglia del Biscione sarebbe colmato da un programma di Alfonso Signorini.

    Belpietro, però, continuerebbe a collaborare anche per MattinoCinque, dove conduce Panorama: sarebbe davvero un caso quasi unico, però, per la tv italiana.

    Massimo Liofredi, direttore di RaiDue, sembra però cadere dalle nuvole: ascoltato ieri in Commissione Vigilanza Rai ha dichiarato di aver letto del programma di Belpietro dai giornali e di attendere informazioni in merito dal Direttore Generale Mauro Masi. E sollecitato a ‘giustificare’ da alcuni membri della commissione (Sardelli dell’Mpa su tutti) la presenza di Annozero su RaiDue, Liofredi ha ‘difeso’ il programma, prendendo però le distanze dai contenuti: “Santoro è un grande giornalista. Annozero è una trasmissione sotto la diretta responsabilità di un direttore che è Santoro, è un progetto suo e del suo gruppo di lavoro, che io rispetto. Santoro, inoltre, è sotto la diretta responsabilità del direttore generale. Io mando in onda la sua trasmissione, non commento nulla di quello che fa, eseguo quello che l’azienda mi chiede. Un giorno forse il direttore generale mi dirà di mandare in onda un altro programma e io risponderò come ho fatto per Santoro. Finora non ho ricevuto nessuna indicazione, e quando la riceverò mi comporterò di conseguenza”. Insomma Liofredi si definisce un ‘mero esecutore’ del volere della direzione generale.

    Ma Antipatico non sarebbe l’unico spazio informativo ‘per il centrodestra’: Travaglio parla di “10 serate promesse alla Lega (e 600 mila euro di costo, neanche tanto a dire il vero) con Gianluigi Paragone e un’altra edizione di Malpensa Italia da gennaio“. Insomma un’ulteriore conferma dell’esistenza in Italia di un’informazione lottizzata: possibile che il concetto di giornalismo indipendente non esista nel nostro Paese?