Rai censura il trailer di Silvio Forever

Rai censura il trailer di Silvio Forever

La Rai censura il trailer del film documentario Silvio Forever, di Roberto Faenza e Filippo Macelloni e scritto da Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo

    La Rai blocca la messa in onda del trailer del film Silvio Forever, biografia non ‘autorizzata’ del Premier realizzata da Roberto Faenza e Filippo Macelloni dedicato alla figura del premier. La campagna promozionale sarebbe dovuta partire sulle reti Rai da domani, domenica 6 marzo, ma la produzione del film, la Lucky Red, ne ha annunciato la ‘censura’ per “non meglio specificati approfondimenti in corso da parte dell’ufficio legale di Viale Mazzini“. In alto il trailer censurato dalla Rai.

    Non andrà in onda sulle reti Rai lo spot del film Silvio Forever – Autobiografia non autorizzata di Silvio Berlusconi: ne dà notizia la casa di produzione, la Lucky Red, che ha ricevuto un netto stop “motivato con non meglio specificati approfondimenti in corso da parte dell’ufficio legale di Viale Mazzini“, come si legge in una nota diffusa dalla produzione.

    In realtà la Rai ha specificato che non di censura si tratta ma di ‘delicatezza’: il problema nasce dalla presenza nel trailer delle immagini della defunta madre del premier, Rosa. “Lo spot della Lucky Red sul film Silvio Forever – scrive la Rai in una nota – è stato giudicato inopportuno dalle strutture Rai preposte (ovvero l’ufficio legale, n.d.r.) nella parte in cui riproduce una dichiarazione di una persona scomparsa, piegandone immagini e parole a fini satirici. La Direzione Affari Legali di Rai, limitatamente ai fotogrammi in questione, non ha potuto peraltro escludere rischi di azioni risarcitorie per offesa alla memoria della defunta. Nessun rilievo invece per il resto del filmato che senza tali immagini potrà essere riproposto“.

    La Rai, chiede, insomma, che il trailer venga rimontato, ma la misura preventiva non piace all’opposizione: il deputato del Pd Roberto Zaccaria, ex presidente della Rai, ritiene “grottesca la decisione di sospendere lo spot perché non contiene davvero nulla di offensivo nei confronti di alcuno“; il Commissario di Vigilanza Vincenzo Vita, sempre in quota Pd, si domanda “con quale criterio la Rai critica opportuno o meno mettere in onda qualche cosa?” e si riserva di chiedere chiarimenti in Commissione Vigilanza.

    Caustico, infine, il presidente del gruppo Idv alla Camera, Massimo Donadi: “La Rai censura non solo la politica, ma anche la commedia all’italiana. Silvio Forever infatti ricorda più una storia da commedia all’italiana, filone trash pecoreccio, che non una vicenda politica. È un po’ come censurare Alvaro Vitali“.

    Il documentario diretto da Roberto Faenza e Filippo Macelloni e scritto da Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, gli autori de La Casta, sarà nelle sale dal prossimo 25 marzo. Aspettiamo una nuova versione dal trailer per vedere se la Rai lo trasmetterà.

    473

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI