Ragion di Stato, fiction di Rai 1: anticipazioni seconda e ultima puntata 13 gennaio 2015

Ragion di Stato, la fiction di Rai 1: le anticipazioni e il cast della seconda puntata in onda martedì 13 gennaio 2015 alle 21

da , il

    Le anticipazioni su Ragion di Stato, la fiction di Rai 1 che andrà in onda con la seconda e ultima puntata martedì 13 gennaio 2015 alle 21.15, prendono il via dal cast: Luca Argentero, che interpreta Rosso, sarà uno dei protagonisti della miniserie in due puntate. Il regista Marco Pontecorvo ci racconterà della vita di un gruppo di uomini coraggiosi, che mettono in gioco la loro vita mentre lavorano per i servizi segreti. Dopo il successo Tiberio Mitri – Il pugile e la miss, Argentero torna a recitare in una fiction targata Rai, azienda che scende in campo con la seconda serie del 2015 dopo il successo della prima puntata di Un passo dal cielo 3, interpretando un uomo sempre pronto a tutto per il suo Paese, ma che sarà costretto a fare anche delle scelte difficili.

    Le anticipazioni della seconda puntata di Ragion di Stato, in onda martedì 13 gennaio 2015 alle 21.15 su Rai 1 ripartono dal bombardamento fatto dagli americani, mentre in Afghanistan Rosso è impegnato nelle operazioni per liberare Fontana: i due finiscono sotto le macerie e vengono dichiarati morti. A questo punto Massa inizia a dubitare della sua squadra: probabilmente c’è qualcuno che riferisce le mosse dei servizi segreti italiani ad una parte non sana dell‘intelligence americana.

    I dubbi di Massa sono fondati: il suo vice Ranieri, entrato in contatto con Bundy, esponente della CIA in Italia, sta complottando alle spalle dei servizi segreti italiani, ed in particolare dell’Ammiraglio, per cui l’attacco degli americani non è stato casuale, ma determinato dalle indicazioni ricevute.

    Le cose cambiano quando Massa scopre che Rosso è ancora vivo: a quel punto l’Ammiraglio propone all’agente di operare in incognito. L’uomo, sotto copertura, dovrà operare senza che nessun lo sappia, né i servizi segreti, né tantomeno Ranieri. Se accetterà potrà di nuovo avere un contatto con Rania e così riuscire a portarla via dal malvagio marito, il quale sarà tenuto intanto sotto controllo dalla moglie, per riferire le mosse a Massa, in quanto è probabile da parte sua un attacco con l’utilizzo di armi chimiche.

    Quando Rachid si rende conto che la moglie riferisce le sue azioni, e soprattutto i suoi progetti, ai servizi segreti italiani non la uccide, anzi comincia a dare alla donna false informazioni, così da fornire false piste agli italiani. Ma la moglie non si lascia prendere in giro. Grazie al lavoro di Massa, e soprattutto grazie al lavoro di Rosso, le armi chimiche che dovevano essere consegnate a Rachid vengono prese e distrutte.

    A questo punto sembra chiaro che la giustizia ha fatto il suo corso, tanto da lasciare la libertà a Rosso e Rania di poter finalmente stare insieme. Ma sarà così o la Ragion di Stato avrà la meglio? Per scoprirlo non ci resta che seguire la seconta e ultima puntata della miniserie.

    Aggiornamento del 12 gennaio 2015 a cura di Francesca Ajello

    Ragion di Stato, fiction di Rai 1: anticipazioni prima puntata 12 gennaio 2015

    Le anticipazioni della prima puntata di Ragion di Stato, in onda lunedì 12 gennaio 2015 alle 21.15 su Rai 1 ci portano in Afghanistan nel 2010, momento in cui la presenza italiana sul territorio si fa sentire ancora forte, infatti sono frequenti gli scontri tra i talebani e gli uomini dei servizi segreti del nostro Paese, che si trovano in quelle terre proprio per cercare di portare un po’ di pace.

    Il Colonnello dei Servizi Segreti Fontana (Andrea Tidona) e Rosso (Luca Argentero) mentre cercano di entrare in contatto con un capo tribù per trovare una tregua, sono vittime di una trappola. Fontana viene preso come prigioniero dai talebani che vorrebbero usarlo come merce di scambio: la sua liberazione in cambio di quella di alcuni terroristi in mano agli americani. Rosso, che riesce a sfuggire, deve tornare in Italia, ma è disperato per la cattura del Colonello, a cui è molto legato dal punto di vista affettivo oltre che lavorativo.

    In Italia, la scelta dell’ Ammiraglio Massa (Giorgio Colangeli) è quella di lasciare fuori gli americani dalla trattativa e di mettersi, invece, in contatto con Rashid (Olivier Loustau), un libanese invischiato negli affari di guerra, che può mettersi in gioco per arrivare alla liberazione di Fonatana. Ranieri (Nini Bruschetta), il vice di Massa, non accoglie in modo favorevole questa decisone: vorrebbe coinvolgere gli amaericani nei quali ripone maggiore fiducia.

    Rashid è un uomo ricco, ma ha una rchiesta in cambio del suo aiuto, cioè che la figlia di 12 anni possa essere curata in Italia. La bambina sta con la madre Rania (Saadet Aksoy) aRoma: Rosso dovrà quindi, secondo gli ordini, resare in Italia per proteggere Rania e la piccola. Durante questo alvoro però accade che Rosso e Rania, donna che vive una condizione poco felice, si inamorano.

    Rosso allora cerca di aiutare Rania a scappare in svizzera, ma la fuga viene intercettata e la donna sarà di nuovo nelle mani del marito, a Beirut, proprio mentre l’uomo si trova in Afghanistan per portare a termine le operazioni per la liberazione di Fontana. La prima puntata si conclude lasciando gli spettatori con al suspance di sapere cosa accadrà: infatti, un Apache americano, mentre si sta tentando alliberazione, bombarda la zona. Nella strage sono coinvolti anche Rosso e Fontana che vengono coperti dalle macerie.