Questa sera Galà finale dell’Isola dei Famosi

Questa sera Galà finale dell’Isola dei Famosi

    Manuela Villa vince l'Isola dei Famosi

    Questa sera su RaiDue alle 21.10 si conslude ufficialmente la quinta edizione de L’Isola dei Famosi, l’unico reality sopravvissuto nei palinsesti autunnali della Rai. A fare gli onori di casa, come sempre e più soddisfatta che mai, Simona Ventura che, a quanto pare, approfitterà dell’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Probabilmente anche verso Karen Picozzi che ha accusato il programma di averla manipolata.

    Un’anticipazione degli argomenti che affronterà stasera, Simona l’ha già data in chiusura dell’ultima puntata, quando tra un urlo di gioia e un abbraccio, ha rimandato a un non precisato mittente l’accusa di fare un programma trash. “Il trash è altrove“, ha tuonato tra coriandoli svolazzanti e flash impazziti e ci auguriamo che stasera circostanzi questa sua affermazione.

    Non dubitiamo che nel mirino dei suoi “sfoghi” capiti anche una delle concorrenti più polemiche e fastidiose che la storia dell’Isola ricordi, ovvero quella Karen Picozzi che prima ha tentato la fuga via mare con Vittorio (sic!) per le ingiuste illazioni fatte sul loro conto, poi si è eletta (con la benedizione del gruppo, va ricordato) portavoce della rivolta post tempesta, infine si è ritirata a tre giorni dal verdetto del televoto contro Miriana Trevisan, al quale comunque non sarebbe sopravvissuta.
    Tornata a casa e accolta dal marito con cento rose bianche ha mantenuto un low profile fino alla fine della trasmissione, per poi rilasciare un’intervista al vetriolo contro il programma a Libero Magazine.

    In sostanza afferma che la decisione di lasciare il programma è stata presa dopo aver capito che l’immagine che stava arrivando al pubblico era totalmente distorta e creata ad arte dalla produzione. Lei, madre e moglie esemplare, che accudisce figli, marito e suoceri, che va a messa tutte le domeniche, non poteva accettare di essere dipinta come la “fedifraga” irriconoscente. Insomma stando alle sue parole, Karen sostiene che la redazione ha cucito addosso a ciascun concorrente non famoso un personaggio per fare audience. Fin qui una procedura normale, potremmo aggiungere, che nasce nel momento stesso in cui si fa un casting.
    Ma leggiamo cosa ha dichiarato a Libero Magazine:
    “Hanno mandato in onda, su 24 ore di riprese, solo i filmati che gli servivano a questo scopo: io la cattiva, Claudio il burino, Vittorio lo stupidotto. L’ho capito rivedendo la prima puntata. La Ventura che dallo studio parlava di “lotta di classe” e poi nelle puntate successive ci rimproveravano di aver creato delle coalizioni. Ma come! Loro ci hanno isolati per una settimana e poi ci hanno sbattuti tra i vip che avevano già due coalizioni loro, due capanne piccolissime in cui dormire, noi costretti a costruircene una nuova e a stare da soli… È stato tutto architettato dall’inizio, la speranza era che gli italiani lo capissero, ma purtroppo… Chi monta i filmati se vuole può ridicolizzarti ed è esattamente quello che è stato fatto, per esempio, con Claudio, di cui hanno passato solo le frasi in romanesco. Bisogna capire il meccanismo della televisione e giocarci a proprio favore. Malgioglio, per dire, si è creato da solo un personaggio simpatico e ha dato qualcosa al programma. Ma si tratta di gente esperta e non a caso in finale sono rimasti solo attori! Ogni cosa che dicevano i vip era pesata, analizzata, precostituita.”

    E se per molti concorrenti le attenzioni che Karen e Vittorio ricevevano in virtù di questa presunta love story dovevano essere considerate una vera e propria fortuna (sempre stando a quanto ha dichiarato) la sua inguenuità l’ha spinta invece a pensare al danno che poteva costituire per la sua famiglia tutto questo. Giustissimo, peccato che ci sia arrivata un po’ tardi, nonostante i consigli che Alessandro Cecchi Paone, già settimane prima della sua uscita, le aveva elargito da esperto e consumato uomo di spettacolo e le parole del marito che sin dalle prime puntate le aveva fatto capire di non riconoscerla.

    Karen e Vittorio sull'Isola

    Ma Karen dà una precisa spiegazione del ritardato ritiro, anche in questo caso manipolato dalla Produzione che l’ha ostacolata in ogni modo, anche mentendo: pare che all’epoca della fuga con Vittorio le abbiano parlato di una penale non presente nel contratto dei non famosi, poi che sia stata bloccata dal ritiro di Cecchi Paone - due ritiri alla settimana non erano ammessi – infine che la stessa Produzione le abbia detto di ritirarsi in diretta la domenica pomeriggio.

    E su questo le crediamo, dato che il personaggio ha fatto indubbiamente audience e smosso il sonnecchioso pubblico.

    La Picozzi si addentra nel backstage, raccontando anche di come la Produzione avesse dato ai naufraghi precise direttive sugli argomenti da trattare per elevare il tono della trasmissione, come omossessualità, procreazione assistita, tolleranza, ma di cui nulla è andato in onda. In realtà, aggiungiamo noi, spesso si sono sentiti giudizi non proprio lusinghieri sugli omossessuali (si pensi a Claudio: “A me fanno schifo!”, riproposto anche da Quelli che il Calcio domenica scorsa) e pare che la stessa Karen nel provino – che potrebbe essere mandato in onda integralmente questa sera – abbia avuto parole non proprio edificanti per la “categoria”, come la chiama Simona. Cos’ come afferma che siano stati tagliati ad arte i confessionali in cui parlava dei figli e del marito.

    In poche parole se Karen è diventata la concerrente più antipatica dell’Isola dei Famosi è “tutta colpa della Tv“, dalla quale però non vuole staccarsi, nonostante le brutta esperienza. Ora che ha capito come funziona le piacerebbe continuare, magari partecipando a Ballando con le Stelle, un reality che giudica perfetto per lei, dovre potrebbe mostrare le sue capacità atletiche e dove non è rischiesta la parola.

    Karen in ginocchio davanti al marito

    Ma la domanda è e resta sempre la stessa: cosa credeva fosse L’Isola dei Famosi? Non ha mai visto la tv prima di tentarvi una carriera? D’altro canto come dimenticare che il primo saluto fatto al suo ingresso in studio in diretta fu per il bodyguard con cui aveva trascorso gli ultimi tre giorni? Se anche gliel’avesse detto la Produzione avrebbe potuto rifiutarsi, no? Cosa mai le avrebbero potuto fare? Francamente l’immagine di Alice nel Paese della Meraviglie non si addice ad una trentenne laureata e intelligente come lei. Forse è proprio il suo atteggiamento furbetto ad aver irritato il pubblico.

    Ma andiamo avanti, passando proprio ad analizzare un altro aspetto della quinta edizione dell’Isola dei Famosi, l’audience, che ripercorriamo con l’aiuto di un articolo di Aldo Grasso uscito sul Corriere della Sera lo scorso 3 dicembre. Una media di ascolti comunque buona, anche se la puntata finale è stata la meno seguita nella storia del programma e non ha raggiunto, seppure di poco, la soglia del 30% di share. Quello che colpisce nell’analisi di Grasso è la composizione del pubblico:
    “Mentre nella stagione 2004-2005 i più assidui spettatori del programma erano i più giovani, col miglior share raggiunto fra i 15-24enni (oltre il 40% di share), questa volta adolescenti e giovani adulti hanno per lo più disertato la trasmissione. Nella stessa fascia d’età lo share è stato stavolta di poco superiore al 16%, più di venti punti in meno. Al contrario L’Isola ha tenuto sul pubblico più adulto, col miglior share fra gli ultra 65enni (27% share), con una netta prevalenza nel pubblico femminile (29%) e una sostanziale indifferenza del pubblico maschile (17%). Si tratta di una trasformazione che riflette la normalizzazione del genere, il suo progressivo «invecchiamento», difficoltà a intercettare il pubblico più mobile e infedele, quello giovane”.

    Un avvertimento quindi per il prossimo Grande Fratello, anche se una lettura diversa può far derivare questo atteggiamento dei giovani dalla scelta di un cast sicuramente più agèe e meno appetibile per i ragazzi. Seguire Cecchi Paone, Cristiano Malgioglio o Sandrino il Bancario potrebbe non essere proprio la massima aspirazione per un ventenne, di certo più attratto dal Dr. House, in controprogrammazione su Canale 5, o dal calcio.

    Vedremo cosa succederà al Grande Fratello, per ora godiamoci l’ultima polemica puntata de L’Isola dei Famosi.

    1793

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI