Quelli che: Virginia Raffaele imita Francesca Pascale e il Pdl insorge

Quelli che: Virginia Raffaele imita Francesca Pascale e il Pdl insorge

Virginia Raffaele imita Francesca Pascale a Quelli che e alcuni esponenti del Pdl hanno espresso il proprio malcontento

    Virginia Raffaele imita Francesca Pascale

    Anche più tardi del previsto si fa sentire il malcontento del Pdl circa l’imitazione di Francesca Pascale da parte di Virginia Raffaele a Quelli che. Da settimane, ormai, l’imitatrice del programma di RaiDue condotto da Victoria Cabello, si esibisce nella riproposizione della fidanzata ufficiale di Silvio Berlusconi. Sebbene praticamente assente, a parte qualche servizio fotografico e apparizioni perlopiù mute, la Raffaele ha preso spunto dalle origini napoletane della donna per immaginare buffi siparietti coniugali con il Cavaliere. Modalità e termini di questa imitazione hanno suscitato le ire di qualche esponente del Pdl, come Daniela Santanché, Micaela Biancofiore e Gianfranco Rotondi.

    A far storcere il naso all’onorevole Biancofiore è l’assenza di equità ravvisata nell’imitazione di Francesca Pascale-Virginia Raffaele a Quelli che, come spiegato durante il programma radiofonico Klauscondicio: ‘La trovo razzista perche assimila a torto il concetto di sguaiatezza e smodatezza a quello di napoletanità. Quando si riduce a simili caratteristiche una persona e un’intera cittadinanza, allora si dà una pessima prova di comicità. Sono contraria alla censura ma ritengo sbagliato che il programma della Cabello prenda di mira sempre esponenti politici legati al Pdl o al presidente Berlusconi. In questo senso auspico che la Vigilanza vigili su certi messaggi unilaterali che vengano dati dal servizio pubblico‘.

    Per Daniela Santanché, invece, anche questa imitazione potrebbe essere vista come un danno alle donne: ‘Un’imitazione che non fa onore alle donne. Mi dispiace per Francesca Pascale, che è una donna intelligente, capace e sa stare al suo posto e non merita di essere rappresentata in modo sguaiato e grossolano. Comunque ci siamo abituati a essere presi di mira, sono decenni ormai che ciò avviene e ci abbiamo fatto il callo‘.

    Sulla stessa linea di mancata rassegnazione alla satira si pone Gianfranco Rotondi, peraltro napoletano come la Pascale: ‘Come deputato napoletano ritengo l’imitazione di Francesca Pascale offensiva verso la nostra città assai più di quanto risulti satirica nei confronti del presidente Berlusconi‘.

    Resta ignoto il punto di vista della diretta interessata, Francesca Pascale, assente dalle cronache ormai da qualche mese.

    A differenza dell’altra discussissima donna del Pdl, l’ex consigliera della Regione Lombardia Nicole Minetti, l’imitazione ad opera di Virginia Raffaele non sembrerebbe particolarmente gradita alla nuova compagna del Cavaliere decisa a mantenere un basso profilo dopo gli esordi da valletta a Telecafone e le plateali dimostrazioni di ammirazione tutta politica a quello che poi è divenuto il suo amore.

    In basso una delle performance di Virginia Raffaele nei panni di Francesca Pascale a Quelli che:

    484