Quelli che il calcio, la parodia di Barbara D’Urso con Nuzzo e Di Biase [VIDEO]

Quelli che il calcio, la parodia di Barbara D’Urso con Nuzzo e Di Biase [VIDEO]

A Quelli che il calcio la parodia di Barbara D'Urso messa in scena da Corrado Nuzzo e Maria Di Biase: ecco il video

    Quelli che   Barbara D'Urso

    A Quelli che il calcio va in scena la parodia (nemmeno troppo nascosta) di Barbara D’Urso. Ieri pomeriggio Maria Di Biase e Corrado Nuzzo hanno dato vita a una gag tanto realistica quanto divertente ispirata alle storie di Pomeriggio Cinque. Presentata come “la signora dei sentimenti, la regina delle emozioni: Tiziana Pergola”, la conduttrice dursizzata interpretata dalla Di Biase entra in studio scendendo le scale e stringendo le mani al pubblico. Poi si presenta: “Mi riempite il cuore di gioia, di gioia. Mi riempite il cuore di gioia, siete tantissimi. Benvenuti a Quelli che hanno un cuore, storie di dolore, storie di sofferenze e – perché no? – anche storie di morte“.

    Lascia il campo ai professionisti“, dice rivolgendosi a Nicola Savino, per poi entrare nel vivo della storia da raccontare. “Ma adesso passiamo alla storia di oggi, la storia di Corrado. Corrado, ti offendi se ti chiamo così? Perché Corrado prima era una donna e si chiamava Sabrina“. “No, prima mi chiamavo Corrado e ora sono Corrado“, replica l’ospite.

    Posso chiamarti Corrado-Sabrina? Inizia a raccontare la tua storia nel dolore“, insiste lei. Corrado inizia a parlare di normalissimi problemi burocratici a causa di multe non pagate, e la conduttrice interviene: “Un’agghiacciante storia di multe non pagate, una raccapricciante storia di multe non pagate che poi hanno portato inevitabilmente alla tragedia“.

    Corrado replica stupito: “Ho avuto un battibecco con i vigili, che mi hanno portato via la macchina“. E Tiziana: “Questa cosa ti ha fatto piangere? Portate i fazzoletti. E’ troppo scioccante.

    Corrado, se non te la senti di continuare andiamo in pubblicità e dopo torniamo da te“.

    Ma che ci avete come sponsor, i fazzoletti? Potete togliere ‘sta musica, perché mi viene da piangere pure a me, sinceramente. Un’ansia!“, chiede l’ospite (chiaro il riferimento alle musiche tensive tipiche dei programmi di infotainment). “Togliete pure la musica perché questa storia è troppo straziante. Continua Corrado, perché sei un uomo coraggioso“, prosegue caparbia la presentatrice.

    A questo punto interviene anche Savino, che notando i vari ammiccamenti di Tiziana la rimprovera: “Stia dritta con la testa, le viene il torcicollo“. La conduttrice, però, va avanti fino al gran colpo finale: “Continua nella tua storia dolorosa. Eri in crociera? Sulla Costa Concordia? Eri in cabina con Schettino e Domnica? Eri l’amante di Domnica? Eri l’amante di Schettino?“.

    Conclude Tiziana: “Io ho finito ma la tragedia e le tragedie non finiscono qui: vi lascio a Nicola Savino conduttore di Quelli che il calcio“.

    508

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI