Puccini, la miniserie stasera e domani su RaiUno

Puccini, la miniserie stasera e domani su RaiUno

Stasera e domani su RaiUno va in onda la miniserie Puccini, prodotta da RaiFiction, con Alessio Boni protagonista

    Va in onda questa sera, 1° marzo, e domani su RaiUno la miniserie in due parti dedicata a Puccini, che arriva sugli schermi con qualche mese di ritardo sulle celebrazoni per il 150° anniversario dalla nascita. Ad interpretare il compositore troviamo Alessio Boni, affiancato da un cast d’eccezione.

    Pensata per essere trasmessa nel 2008, nell’anno delle celebrazioni per il 150° anniversario della sua nascita (avvenuta a Lucca il 22 dicembre 1858) la miniserie Puccini approda su RaiUno solo questa sera, preceduta da una campagna promozionale caduta a ridosso del Festival di Sanremo, aperto proprio da una rivisitazione del Nessun Dorma pucciniano interpretato da Mina. Certo, non è tardissimo per ricordare uno dei grandi compositori italiani, ma dispiace comunque che si sia persa l’occasione di programmarlo magari nelle immediate vicinanze della ricorrenza.

    In ogni caso la miniserie, prodotta da RaiFiction, annovera un cast di tutto rispetto e un impegno produttivo degno dei migliori titoli biografici realizzati dalla Rai negli ultimi anni.
    A interpretare il Maestro troviamo Alessio Boni, figura di spicco della produzione fictional italiana di qualità italiana (recentemente lo abbiamo visto in Caravaggio): a lui il compito di far rivivere la figura complessa e geniale di Puccini, combattuto tra il sentimento e l’arte. “Puccini non era solo un grande genio – ha spiegato Boni in conferenza stampa – ma un uomo pieno di paure, di ansie ma anche dalla grande forza.

    Con la personalità voleva toccare il cuore della gente“.

    Il viaggio nella vita del compositore procede attraverso una serie di flashback, strumento narrativo prediletto per le fiction biografiche di casa Rai: nella prima parte, in onda questa sera, ci si concentra soprattutto sulla sua formazione e sul particolare rapporto con la madre Albina, interpretata da Stefania Sandrelli; nella seconda, trasmessa domani, sarà ripercorsa la sua carriera e la sua produzione musicale, riscritta per la fiction da Marco Frisina. Proprio la musica di Puccini vuole essere il filo conduttore di questa miniserie, almeno nelle intenzioni del regista, Giorgio Capitani, per il quale “si realizza un sogno”: “Ero incantato dalla sua musica - racconta il regista- ed è quasi incredibile scoprire che un uomo così straordinario fosse anche così insicuro“.
    La fiction, infatti, punta sugli aspetti difficili e tormentati del carattere del Maestro, particolarmente ossessivo nei confronti dell’amico Ghigliozzi e di Elvira, la donna amata, e verso la morte, esorcizzata – secondo l’intepretazione datata dal regista e dagli scenaggiatori Francesco Scardamaglia, Nicola Lusuardi e Fabio Campus – attraverso la sua passione per le donne.

    Come dicevamo, il cast si presenta ricco di nomi di rilievo: oltrea Stefania Sandrelli, nei panni della madre Albina, troviamo Sophie von Kessel, Andrea Giordana, Franco Castellano, Pamela Saino, Alberto Gimignani e Serena Rossi.
    Vale la pena seguirla, non foss’altro per un viaggio nelle musiche del Maestro.

    (Foto: Ansa, La Presse)

    528

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI